Maurizio Zancanaro nominato Vicepresidente di Banca Patrimoni Sella & C.

- di: Daniele Minuti
 
Il Consiglio d’amministrazione di Banca Patrimoni Sella & C. ha ufficialmente nominato Maurizio Zancanaro nuovo Vicepresidente: la scelta è ricaduta sul manager che l'istituto ritiene l'uomo giusto per contribuire a "dare ulteriore impulso alla crescita di Banca Patrimoni Sella & C., con l’obiettivo di rafforzarne il posizionamento sul mercato e lo sviluppo territoriale".

Maurizio Zancanaro nuovo Vicepresidente di Banca Patrimoni Sella & C.

Zancanaro ha iniziato la sua lunga carriera in Credito Italiano e Deutsche Bank ed ha avuto esperienze di spicco nei principali Gruppi bancari a livello italiano ed internazionale. È stato protagonista della trasformazione di Banca Aletti, di cui è stato a lungo Amministratore Delegato, acquisita come piccola boutique e portata ai vertici delle classifiche tra i primi tre operatori del private banking e wealth management in Italia. Il suo successo più recente è il rilancio e la valorizzazione di Banca Cesare Ponti. Il nuovo Vicepresidente ha inoltre ricoperto il ruolo di Presidente di AIPB, l’Associazione Italiana Private Banking, segno tangibile dell’autorevolezza che l’intero sistema gli attribuisce. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per i risultati manageriali raggiunti e per l’impegno profuso nella costruzione di una cultura e di un linguaggio comune per il private banking. Recentemente gli è stato attribuito il premio come “Industry Testimonial”.

Maurizio Zancanaro ha così commentato: "Sono da sempre vicino, per storia personale e professionale, alla tradizione e ai valori del gruppo Sella. Ci legano cultura e territorio. E sono lieto che oggi questa condivisione diventi la base per una solida realtà. La mia esperienza è al servizio dei futuri traguardi che insieme possiamo raggiungere, in un percorso di crescita comune e sostenibile, per la Banca, noi stessi e i nostri clienti".

Federico Sella, AD e DG di Banca Patrimoni Sella & C., ha aggiunto: "Maurizio Zancanaro è da sempre convinto sostenitore della centralità del rapporto umano tra banker e cliente. Sensibile alla cultura del talento e attento all’innovazione, persegue il giusto equilibrio tra la semplificazione e l’efficienza derivanti dalle nuove tecnologie e l’imprescindibile valore della fiducia, che può nascere solo dal dialogo, dal rispetto e dall’empatia nella relazione di lungo periodo con il cliente".

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli