Fao, il World Food Forum 2023 sosterrà la leadership dei giovani nella trasformazione dei sistemi agroalimentari per accelerare l'azione per il clima

- di: Barbara Leone
 
“La trasformazione dei sistemi agroalimentari accelera l'azione per il clima”. E’ questo il tema protagonista del World Food Forum 2023, che si svolgerà dal 16 al 20 ottobre prossimi presso la sede di Roma dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (Fao). La manifestazione è stata ufficialmente lanciata oggi in occasione di un evento collaterale organizzato a margine della 172esima sessione del Consiglio della Fao e a sostegno del Forum della gioventù del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (Ecosoc), sottotitolato: “Leadership giovanile: sistemi agroalimentari. La trasformazione accelera l'azione per il clima”.

Fao, il World Food Forum 2023 sosterrà la leadership dei giovani nella trasformazione dei sistemi agroalimentari per accelerare l'azione per il clima

“L'anno scorso, una persona su dieci è andata a letto affamata, mentre quasi 3,1 miliardi di persone sono sopravvissute con prodotti amidacei perché non potevano permettersi frutta e verdura - ha affermato Máximo Torero, economista capo della Fao e presidente del Comitato Giovani della Fao, nel suo discorso di apertura -. Due bambini su tre non hanno abbastanza nutrizione per crescere al loro pieno potenziale. I paesi possono intraprendere azioni concertate per invertire queste tristi tendenze trasformando i loro sistemi agroalimentari sfruttando il suo immenso potenziale di impatto positivo riducendo la povertà, la fame e le disuguaglianze. Allo stesso tempo possono scegliere percorsi di trasformazione dei loro sistemi agroalimentari che riducano al minimo i compromessi per il nostro ambiente, la biodiversità e il clima”.

Del resto, come sottolineato dallo stesso Torero, la trasformazione dei sistemi agroalimentari è una parte centrale della soluzione climatica globale. Il cambiamento climatico, infatti, sta incidendo sulla sfida globale per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sdg). Attualmente, i sistemi agroalimentari rappresentano un terzo delle emissioni di gas serra causate dall'uomo, il 90% della deforestazione globale e il 70% dell'uso di acqua a livello globale e sono la principale causa singola della perdita di biodiversità terrestre , esercitando pressioni sulle catene del valore alimentare. Il cibo è anche la più grande categoria di materiale immesso nelle discariche municipali e perdiamo o sprechiamo abbastanza cibo da sfamare 1,3 miliardi di persone affamate ogni anno.

Molti dei relatori dell'evento collaterale del Consiglio della Fao di oggi, tra cui esperti, giovani leader delle agenzie delle Nazioni Unite con sede a Roma e rappresentanti dei giovani dei paesi membri delle Nazioni Unite, hanno sottolineato le azioni globali necessarie per trasformare i sistemi agroalimentari e renderli più sostenibili, dalla produzione al consumo, evidenziando il ruolo che i giovani stanno svolgendo, a cui possono partecipare ulteriormente e persino guidare, comprese azioni come, ma non limitate a: produzione sostenibile di cibo, riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari, gestione sostenibile dell'acqua e gestione sostenibile delle risorse.

Lanciato nel 2021, il World Food Forum (WFF) è una rete globale indipendente guidata dai giovani creata dal Comitato dei giovani della Fao e promossa dalla Fao stessa. L’evento mira a consentire ai giovani di trasformare attivamente i sistemi agroalimentari per raggiungere gli Sdg. Agisce come una rete giovanile in corso nella governance alimentare globale e funge da centro di conoscenza globale e laboratorio di innovazione, promuovendo e ispirando soluzioni guidate dai giovani, che possono creare un impatto significativo sul campo. Negli ultimi due anni, il WFF ha identificato idee potenti, conoscenze scientifiche e basate su prove, innovazioni, politiche e soluzioni, creando nuove partnership e opportunità di investimento per trasformare positivamente i nostri sistemi agroalimentari a beneficio di tutti, ovunque. Il WFF continuerà ad ampliare la sua portata nel 2023 e stabilirà un chiaro collegamento con il tema dell'azione per il clima, mentre gli eventi globali di ottobre comprenderanno nuovamente il Global Youth Forum , il Fao Hand-in-Hand Forum e il Fao Science and Forum dell'innovazione per promuovere un dialogo intergenerazionale tra le parti interessate dell'agroalimentare e promuovere soluzioni audaci e attuabili per catalizzare la trasformazione dei nostri sistemi agroalimentari per migliorare l'azione per il clima.

“Il Forum evidenzierà ulteriormente la centralità della scienza, della tecnologia e dell'innovazione per la trasformazione dei sistemi agroalimentari - ha affermato Ismahane Elouafi, capo scienziato della Fao -. La scienza è fondamentale per consentire a noi esseri umani di produrre di più con meno, per combattere la fame conservando le nostre risorse naturali. Riunendo una diversità di prospettive basate sulla scienza, oltre a promuovere il dialogo e i dibattiti tra generazioni e discipline, possiamo lavorare insieme per tracciare una trasformazione giusta e positiva dei nostri sistemi agroalimentari, basata su prove”.

Elouafi, insieme a Torero, sono anche tra i relatori di un evento targato WFF in programma prossimo 2 maggio (collaterale all’ottavo Forum multilaterale delle Nazioni Unite sulla scienza, la tecnologia e l'innovazione per gli obiettivi di sviluppo sostenibile) dal titolo: “Rafforzare l'azione per il clima attraverso la trasformazione dei sistemi agroalimentari nel contesto della ripresa da Covid-19”. Un evento ibrido, che sarà ospitato presso la sede delle Nazioni Unite a New York, con una seconda componente di persona presso la sede della Fao a Roma. L'obiettivo è quello di evidenziare l'importanza di coinvolgere i giovani di tutto il mondo nella scienza, nella tecnologia e nell'innovazione, nonché identificare e promuovere soluzioni innovative per accelerare la trasformazione dei sistemi agroalimentari nel contesto generale della ripresa da Covid-19, per promuovere l'azione per il clima e raggiungere gli obiettivi dell'Agenda 2030. Tra i relatori figurano alti dirigenti della Fao, insieme ai vincitori del Transformative research challenge e dei premi Startup Innovation Awards, promossi da Extreme Tech Challenge, del WFF, così come il WFF Young Scientists Group e i membri del nuovo Youth Food Lab, in un dialogo intergenerazionale sull'importanza di investire sui giovani in Scienza, tecnologia e innovazione.

Notizie della stesso argomento
Trovati 73 record
Pagina
1
14/06/2024
Confcommercio: "Regna l'incertezza su investimenti e consumi"
14/06/2024
Arredamento, i primi 10 brand italiani in corsa: crescono i numeri previsionali 2024
14/06/2024
Trasferimento di rapporti bancari: accordo fra Isybank, Intesa Sanpaolo e Movimento Consum...
14/06/2024
CDP, Sace e Commissario Generale Expo insieme per promuovere la crescita delle imprese ita...
14/06/2024
Clerici acquisisce l'intero capitale di Mara
14/06/2024
DEA: presentata comunicazione di pre-ammissione per la quotazione su EGM
Trovati 73 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli