Cattolica Assicurazioni: i risultati del primo trimestre 2022 confermano la solidità in un contesto difficile

- di: Daniele Minuti
 
Il Consiglio di Amministrazione di Cattolica Assicurazioni ha approvato i risultati del primo trimestre 2022, con dati che danno dimostrazione della solidità nonostante il contesto complicato attuale. un incremento della raccolta premi complessiva di lavoro diretto e indiretto Danni e Vita

La raccolta premi complessiva del lavoro diretto ed indiretto Danni e Vita decresce del 5,8% a €1.199mln. Nel business Vita diretto si riscontra un decremento dell’11,8% nonostante la crescita delle Unit Linked (+20,1%). In aumento del 3,7% la raccolta del business Danni diretto grazie alla performance molto buona del settore Non Auto.

Il Cda di Cattolica Assicurazioni ha approvato i risultati al 31 marzo 2022

La raccolta premi complessiva di lavoro diretto e indiretto Danni e Vita scende del 5,8% a 1.199 milioni di euro, con un calo dell'11,8% nel business Vita Diretto nonostante un +20,1% delle Unity Linked (sale invece del 3,7% la raccolta del business Danni diretto per buone performance del settore Non Auto). La stima gestionale del risultato operativo è di 50 milioni di euro.

Peggiora il saldo tecnico auto nel segmento danni per via del calo del premio medio e della ripresa della frequenza dei sinistri, dato compensato dall'andamento incoraggiante del business non-Auto. Nel segmento Vita, più contenuto il margine finanziario su base annuale mentre le altre voci restano allineate ai dati del 2021.

Gran parte della stima è generata dal contributo del Business Danni: la raccolta premi del lavoro diretto registra un +3,7% a 514 milioni di euro, risultato a cui contribuisce per 262 milioni di euro il segmento Non Auto (la cui raccolta registra un +7,9%). I premi del segmento Auto si attestano a 252 milioni di euro (-0,4%) 

L'incidenza dei rami Non Auto sul business Danni sale al 51%, la frequenza RCA resta a livelli positivi al 4,2%, mentre il premio RCA cala del 2,4% dando però segnali di stabilizzazione. Nel segmento Vita, la raccolta del lavoro diretto scende dell'11,8%).
L’indice Solvency II è pari a 230%, il ratio sale del 203% grazie soprattutto alla crescita dei tassi di interesse.

Carlo Ferraresi, Amministratore Delegato di Cattolica Assicurazioni (nella foto), ha commentato: "I risultati conseguiti in questo primo trimestre certificano la solidità della nostra Compagnia, in particolar modo in un contesto fortemente colpito dalle tensioni macro-economiche causate dallo scenario geopolitico. Cattolica ha iniziato l’anno in modo positivo, sia per quanto riguarda l’ottimo livello del Solvency II Ratio, che si attesta in forte crescita al 230%, sia per la raccolta premi del lavoro diretto Danni, in aumento grazie alla performance del segmento Non Auto. Guardiamo ai prossimi nove mesi con cauto ottimismo, continuando a lavorare con forte impegno all’integrazione operativa con il Gruppo Generali".
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli