Borse: i mercati asiatici in rialzo, aspettando il vertice Biden-Xi

- di: Redazione
 
Le borse della regione Asia-Pacifico hanno avuto una giornata sostanzialmente positiva, contraddistinta dall'attesa per il vertice tra i presidenti Biden e Xi, in programma a San Francisco.
L'indice di riferimento giapponese Nikkei 225 ha guadagnato lo 0,3% chiudendo a 32.695,93. L'S & P/ASX 200 australiano è avanzato dello 0,8% a 7.006,70. Il Kospi della Corea del Sud ha messo a segno un significativo + 1,3% a 2.435,33. L'Hang Seng di Hong Kong è rimasto fermo, perdendo meno dello 0,1% a 17.418,94, mentre lo Shanghai Composite è salito dello 0,2% a 3.052,37.

Borse: i mercati asiatici in rialzo, aspettando il vertice Biden-Xi

L'attesa è ora rivolta alla pubblicazione degli indicatori mensili della Cina, prevista per domani, quando il Giappone annuncerà i suoi ultimi dati sulla crescita.
Ieri Wall Street ha visto l'S & P 500 arretrare dello 0,1% a 4.411,55, mentre il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato lo 0,2% a 34.337,87, a fronte di una contrazione del Nasdaq Composite, che è sceso dello 0,2% a 13.767,74.
Per oggi, intanto, è previsto il rapporto sull'andamento dell'inflazione negli Stati Uniti, il cui andamento è fortemente rallentato rispetto al picco dell'estate dello scorso anno, alimentando la speranza che la Federal Reserve fermi la spirale dei rialzi.

Con l’inflazione generalmente in calo, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha recentemente suggerito che un recente aumento dei rendimenti dei titoli del Tesoro a lungo termine potrebbe fungere da sostituto di ulteriori rialzi dei tassi. Ma Powell ha detto la scorsa settimana che la Fed non esiterebbe ad aumentare nuovamente i tassi se necessario.
Nel mercato obbligazionario, il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni era al 4,63%, al livello di venerdì sera. È sceso nell'ultimo mese nella speranza che la Fed possa portare a termine i suoi aumenti dei tassi, ma è ancora ben al di sopra del livello in cui è stato da anni.
Il greggio statunitense di riferimento ha aggiunto 23 centesimi a 78,49 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Il greggio Brent, lo standard internazionale, è aumentato di 22 centesimi a 82,74 dollari al barile.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli