Orlando: "Serve una risposta per i lavoratori del mondo dello spettacolo"

- di: Daniele Minuti
 
Il Governo sta studiando un piano per sostenere chi lavora nel mondo dell'arte e dello spettacolo: è questa l'anticipazione di Repubblica, che oggi svela i progetti dell'esecutivo per risollevare un settore messo in ginocchio dalla pandemia di Coronavirus.

Le prime parole a riguardo sono arrivate su Raitre durante la trasmissione "Mezz'Ora in Più" in cui è intervenuto il ministro del Lavoro, Andrea Orlando: "Serve una risposta per i lavoratori del mondo dello spettacolo, particolarmente colpiti in questa crisi: ci tengo a dire che è già stato avviato un dialogo e che a breve ci muoveremo, insieme al ministro Franceschini stiamo preparando una risposta strutturale per sanare le condizioni di precarietà che questo settore ha dovuto scontare durante questi anni e che si è aggravata per via dell'emergenza sanitaria".

Stando a quanto riportato da Repubblica, il nuovo decreto Imprese (pacchetto il cui valore oscillerà fra i 38 e i 40 miliardi di euro) conterrà anche un bonus saltuario da 2400 euro per i lavoratori stagionali dei settori di turismo e spettacolo. Oltre a questa misura, già presente nei decreti precedenti, si valuta l'introduzione di un bonus previdenziale per questi ultimi che si tradurrebbe in un dlg collegato all'ultima legge di Bilancio.

Chi lavora nel mondo dello spettacolo avrà quindi accesso ad ammortizzatori sociali, con sostegno in tutte quante le situazioni considerate di lavoro intermittente: inoltre saranno introdotti nuovi requisiti minimi per richiedere indennità di malattia oppure prestazioni pensionistiche. Oltre a questo, le indiscrezioni raccolte dal quotidiano riferiscono di discussioni legate a norme di riconoscimento della professione proprio per chi opera nel mondo dello spettacolo, cosa che andrebbe a formare una sorta di "Statuto" sociale che regoli l'intero settore creativo e che terrà conto anche della "geografia" sviluppatasi nell'ultimo anno per via dei decreti ristori e delle esigenze differenti a seconda delle diverse categorie di lavoro.

Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie