Nikon sposta in Thailandia la produzione dei corpi macchina reflex

- di: Brian Green
 
È un pezzo di storia della fotografia che si perde, almeno per i giapponesi, dopo l'annuncio con cui la Nikon ha ufficializzato che quest'anno concluderà la produzione, nel Paese, di corpi macchina reflex a obiettivo singolo.
Questi robusti corpi macchina sono stati il modello preferito dai fotografi di guerra che coprivano i conflitti in tutto il mondo e hanno ottenuto una particolare fama per l'affidabilità durante la guerra del Vietnam.

Insieme a Canon, Nikon è stato il gigante delle fotocamere digitali, ma ha dovuto fare i conti con la diffusione degli smartphone ad alte prestazioni e modelli mirrorless compatti.
Nikon ha annunciato che la produzione dell'ultimo modello di fabbricazione nazionale, la serie D6 destinata ai fotografi professionisti, verrà trasferita dalla fabbrica nella Prefettura di Miyagi, nel nord-est del Paese, allo stabilimento in Thailandia.
"Abbiamo un sistema per garantire una qualità eccezionale, indipendentemente da dove vengono sfornati i nostri prodotti", ha detto un rappresentante della Nikon, anticipando le possibili perplessità sui futuri prodotti.

La produzione di corpi macchina della Nikon in Giappone era iniziata nel 1948. Tuttavia, in Giappone continuerà a produrre parti correlate e lenti di ricambio. Alla base di questa scelta c'è la necessità di ridurre i costi di produzione, a fronte di una quota di mercato interno che continuava a diminuire.
Nel 2020 Canon ha detenuto la posizione dominante nel mercato giapponese delle fotocamere digitali con una quota del 36,8%, seguita da Sony e Nikon, rispettivamente con il 19,5% e il 12,6%.
Secondo alcuni esperti, i crescenti progressi nella tecnologia delle fotocamere per smartphone hanno seriamente minato la popolarità globale di quelle di fabbricazione giapponese, eliminando la necessità per i consumatori di preoccuparsi di portare sempre con sé una fotocamera.

Il settore giapponese ha anche dovuto fare i conti con la crisi causata dalla pandemia. Nikon ha registrato un calo del 23,9% delle vendite su base annua per l'anno fiscale terminato a marzo 2021, con un fatturato annuo di 450 miliardi di yen. La perdita operativa è stata di 65 miliardi di yen, mentre l'anno precedente è stato registrato un utile operativo di 6,7 miliardi di yen.
Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie