IBL Banca rafforza la sua collaborazione con LifeGate per ridurre l’inquinamento dei mari

- di: Daniele Minuti
 
IBL Banca ha annunciato di aver estero la sua collaborazione con LifeGate: l'estesa partnership mira a rafforzare l'impegno dell'Istituto in favore della difesa dell'ambiente, puntando con forza alla riduzione dell'inquinamento nei mari e alla promozione della cultura della sostenibilità.

IBL Banca rafforza la sua collaborazione con LifeGate

La nota ufficiale specifica che a essere estesa sarà in particolare l'adesione della banca al progetto PlasticLess anche in Liguria (che diventa la quarta regione in cui esso è attivo dopo Sicilia, Sardegna e Abruzzo), con l'adozione di un Seabin nel Centro Nautico situato a Santa Marina Ligure: si tratta di un cestino galleggiante che può filtrare 25.000 litri di acqua ogni ora, trattenendo le plastiche e le microplastiche in essa contenute. 
Dal 2021, i Seabin già attivi hanno raccolto ben 1,3 tonnellate di rifiuti, il cui 60% era composto da materiali dannosi per l'ambiente. 

A margine dell'installazione del Seabin, IBL Banca e LifeGate collaboreranno anche promuovendo la cultura della sostenibilità sulla piattaforma di e-learning LifeGate Education, puntando così a condividere informazioni che portino gli utenti ad adottare modelli di sviluppo sostenibile dal prossimo autunno.

Simone Lancioni, Responsabile Marketing e Advertising di IBL Banca, ha dichiarato: "Proseguiamo con convinzione la collaborazione con LifeGate e l’ampliamo con l’adozione di un nuovo Seabin a Santa Margherita Ligure. Questa iniziativa coincide con il periodo estivo, particolarmente critico per l’inquinamento involontario del mare. In un anno, grazie ai Seabin, siamo riusciti a rimuovere circa 1,3 tonnellate di plastiche dalle acque, tra Sardegna, Sicilia e Abruzzo. Un dato che fa riflettere e ci spinge a estendere il nostro impegno anche in termini di condivisione e sensibilizzazione sul tema della sostenibilità ambientale".

Enea Roveda, CEO di LifeGate, ha commentato: "Dal 2018 portiamo avanti l'ambizioso progetto LifeGate PlasticLess che ha lo scopo di posizionare i Seabin in tutto il territorio nazionale per ridurre i rifiuti plastici presenti nelle acque e creare maggiore consapevolezza attraverso la partecipazione della società civile. Siamo felici di accompagnare IBL Banca nel suo cammino sostenibile dedicato alla salvaguardia dei mari e intendiamo supportare l’azienda nel raggiungimento di importanti obiettivi dedicati alla diffusione di un cambiamento culturale".

Andrea Genovesi, Responsabile ormeggi Centro Nautico Ligure S.A.S., ha aggiunto: "Siamo orgogliosi di essere stati scelti nell'ambito di LifeGate PlasticLess. Il Seabin adottato da IBL Banca è un ottimo strumento per contribuire a pulire il mare dai rifiuti, soprattutto dalle plastiche galleggianti ed un’occasione per ricordare quanto sia importante prendersi cura di questa risorsa fondamentale. Noi del Centro Nautico Ligure siamo molto sensibili a questo tipo di iniziative e collaboriamo anche ad altre iniziative di pulizia del mare".
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli