Tim al fianco di Coldiretti e Rete Clima nella campagna “Foresta Italia”. Danese: obiettivo è rendere il mondo produttivo più sostenibile

- di: Barbara Leone
 
Per contrastare i cambiamenti climatici bisogna intervenire in modo strutturale sugli ambienti metropolitani. Per questo nasce “Foresta Italia”, la campagna di Rete Clima che ha come obiettivo quello di sviluppare nuova forestazione urbana ma anche il sostegno a progetti di miglioramento e tutela delle foreste esistenti nonché la promozione della nuova certificazione Pefc (Gestione forestale sostenibile e servizi ecosistemici). La campagna, che coinvolge pubblico e privato, è stata presentata oggi a Palazzo Rospigliosi, sede romana della Confederazione Nazionale Coldiretti, la più importante organizzazione di categoria nel settore agricolo con la quale verranno sviluppate alcune delle azioni previste dalla campagna. Come ad esempio la carbon farming, letteralmente “coltivazione di carbonio”, cioè pratiche agricole mirate ad aumentare il sequestro del carbonio all’interno del suolo rispetto a pratiche convenzionali. O la piantumazione di oltre sei milioni di alberi previsti a livello italiano grazie ai 330 milioni di euro stanzianti dal Pnrr, che rappresentano uno strumento strategico fondamentale per gestire lo smog e le bolle di calore all’interno delle aree urbane sempre più in sofferenza a causa delle emissioni record di gas ad effetto serra. Il progetto vede protagonisti anche Tim, Conad, Eon, Pefc Italia, Società Botanica Italiana, Assofloro e Acque bresciane sul ruolo del verde e delle foreste in Italia dal punto di vista ambientale, sociale ed economico.

Aziende, quest’ultime, che danno già il loro concreto contributo a sostegno di una causa, quella ambientale, dalla quale dipende il futuro dei nostri figli e del pianeta in generale. Tim, ad esempio, promuove il modello di economia circolare con prodotti e soluzioni che stimolano l’adozione di comportamenti di consumo sostenibile nei clienti e con iniziative in favore della comunità. Come Tim Green, insieme di proposte pensate per migliorare l’efficienza ambientale dei prodotti a marchio Tim: dall’utilizzo di materiali sostenibili alla riduzione dei consumi energetici e sempre applicando regole di “design for environment”. Sim card, telefoni e modem, ma anche decoder e gamepad: tutto realizzato secondo principi di eco-efficienza e con l’utilizzo di materiali ecocompatibili, riciclati e riciclabili a cui si aggiungono gli smartphone ricondizionati che vengono offerti nei vari canali commerciali. “Tim - ha detto Enrica Danese, Direttore Institutional Communication, Sustainability & Sponsorship di Tim - è al fianco di organizzazioni come Coldiretti e sostiene il progetto di forestazione lanciato da Rete Clima. L’obiettivo è rendere il mondo produttivo, inclusa la filiera agro-alimentare, più sostenibile con le nuove tecnologie disponibili, in linea con la centralità della sostenibilità nel nostro piano industriale. Con Rete Clima abbiamo misurato l’impronta climatica dei nostri siti web che ogni giorno sono visitati da milioni di persone. Il progetto di forestazione cui partecipiamo contribuisce a creare un impatto positivo compensativo sull'ambiente”, ha sottolineato ancora la manager Tim, ricordando l'importanza di “far percepire a clienti e dipendenti” la sostenibilità di comportamenti e scelte d’acquisto. “Le tecnologie - ha spiegato Danese - possono essere utilizzate dalle imprese agricole per aumentare la sostenibilità dell’intero tessuto produttivo, fatto da realtà di piccole e medie dimensioni, grazie ad esempio ai sensori che possono regolare la quantità d’acqua ad uso irriguo, o per fornire la giusta quantità di fertilizzante in base allo specifico terreno e per ridurre in generale l’impatto ambientale ricorrendo a soluzioni di robotica e automazione”.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli