Usa: Biden contro il caro-farmaci minaccia il sequestro dei brevetti

- di: Redazione
 
L'Amministrazione Biden ha riaffermato la propria autorità nel sequestro dei brevetti di alcuni farmaci costosi come strategia per ridurne i prezzi elevati e promuovere una maggiore concorrenza.
L’Amministrazione ha ipotizzato che le agenzie federali possano fare ricorso a provvedimenti per infrangere i brevetti di quei farmaci che sono stati sviluppati con fondi federali, ma che non sono ampiamente accessibili al pubblico.

Usa: Biden contro il caro-farmaci minaccia il sequestro dei brevetti

Per la prima volta, quindi, le autorità federali potrebbero intervenire sul prezzo di un farmaco, cosa che avrebbe ripercussioni per i produttori di farmaci a seconda di come il governo utilizza tali poteri.
Chiaro il pensiero dell'amministrazione, secondo le parole del consigliere economico nazionale della Casa Bianca, Lael Brainard: ''Quando le aziende farmaceutiche non vendessero farmaci finanziati dai contribuenti a prezzi ragionevoli, saremo pronti a consentire ad altre aziende di fornire quei farmaci a un prezzo inferiore''.

L’annuncio rientra negli sforzi del presidente Biden per la riduzione dei prezzi dei farmaci negli Stati Uniti, un pilastro fondamentale della sua agenda sanitaria e della sua piattaforma di rielezione per il 2024.
La pressione politica ha spinto le aziende sanitarie ad aumentare i propri sforzi per abbassare i prezzi dei farmaci.

Secondo un recente sondaggio (condotto a luglio), quasi tre americani su dieci hanno difficoltà a pagare i farmaci di cui hanno bisogno. E alcune ricerche suggeriscono che i pazienti statunitensi spendono circa 1.200 dollari in più a persona per i farmaci soggetti a prescrizione rispetto a quelli di qualsiasi altra nazione. Questo quando i contribuenti , con decine di miliardi di dollari di fondi pubblici nell'ultimo decennio, hanno aiutato la ricerca, senza che questo sia stato considerato quando i produttori hanno fissato il prezzo.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli