Che colpo per l'ego di Trump; Forbes lo lascia fuori dalla lista dei 400 americani più ricchi

- di: Redazione
 
Dev'essere stato un colpo duro per l'enorme autostima di Donald Trump - alle prese con molti e preoccupanti guai giudiziari - leggere che Forbes lo ha nuovamente rimosso dalla lista dei 400 americani più ricchi.
Secondo la rivista, il patrimonio netto di ''the Donald'' è crollato del 19%, ovvero di 600 milioni di dollari, per un totale stimato di 2,6 miliardi di dollari.
Ciò significa che, per la seconda volta in tre anni, Trump non è riuscito a raggiungere la classifica annuale dalla quale sembrava ossessionato da tempo. A differenza delle fortune stabili o in crescita dei leader di Forbes 400, come Elon Musk, Jeff Bezos e Larry Ellison, il patrimonio netto di Trump ha subito un calo a due cifre. Ciò avviene mentre deve affrontare crescenti spese legali per combattere le accuse civili e penali, tra cui un processo per frode civile in corso a New York e numerosi processi previsti per il prossimo anno.

Che colpo per l'ego di Trump; Forbes lo lascia fuori dalla lista dei 400 americani più ricchi

Il calo del patrimonio netto di Trump, secondo Forbes, ha soprattutto due cause: sia la sua piattaforma di social media che gli edifici di sua proprietà adibiti ad uffici hanno perso valore.
Trump ha lanciato Truth Social nel febbraio 2022, immaginandolo come una minaccia credibile per Facebook e Twitter. Ma il social deve ancora decollare. Negli Stati Uniti, Truth Social ha registrato in agosto circa 738.000 utenti attivi mensili, in calo rispetto ai quasi 1,3 milioni di dicembre. Si tratta di meno dell'1% degli utenti iOS e Android che utilizzavano X (precedentemente noto come Twitter).
Per questo Forbes ha abbassato il valore stimato della partecipazione del 90% di Trump in Truth Social da 730 milioni di dollari di un anno fa a meno di 100 milioni di dollari attuali.
Anche l’impero immobiliare di Trump – di cui un giudice di New York ha ritenuto che l’ex presidente e i suoi figli adulti abbiano gonfiato il valore – sta subendo pressioni.

Gli edifici adibiti ad uffici vuoti hanno causato tensioni finanziarie nel mercato immobiliare commerciale. Confermando lo scenario del McKinsey Global Institute secondo il quale il lavoro a distanza potrebbe spazzare via 800 miliardi di dollari dal valore degli uffici in tutto il mondo.
San Francisco, dove Trump possiede partecipazioni immobiliari, ne è un esempio. Come dimostra il fatto che una serie di catene hanno recentemente lasciato San Francisco, tra cui Whole Foods, Target , Nordstrom e più recentemente Starbucks.
Trump, comunque, può gioire per come sta andando la sua rete di campi di golf.
Notizie della stesso argomento
Trovati 2 record
15/07/2024
Cina: immobiliare, crollano i prezzi delle case di nuova costruzione
15/07/2024
Trump è già a Milwaukee per celebrare il suo trionfo, politico e mediatico
Trovati 2 record
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli