Spagna: multa a Google per violazione del "diritto all'oblio"

- di: Redazione
 
Mano pesante dell'autorità spagnola per la protezione dei dati personali nei confronti di Google, cui ha inflitto una multa di dieci milioni di euro, la più alta sanzione mai inflitta dall'organismo di tutela. A motivare la multa dell'Agenzia spagnola per la protezione dei dati (AEPD) due infrazioni "gravissime" da parte di Google: avere "ceduto dati a terzi senza legittimità'' e ''ostacolato il diritto alla repressione dei cittadini''.

Google multato in Spagna

In pratica, a Google è contestato di non aver rispettato la volontà di alcuni utenti che i loro dati cessino di essere pubblici (il cosiddetto diritto all'oblio ). Oltre alla sanzione economica, l'Agenzia esorta l'azienda a modificare il processo attraverso il quale i cittadini possono esercitare tale diritto.

La sanzione prende spunto da due denunce, del settembre e ottobre del 2018, relativa al Progetto Lumen, il database compilato dall'Università di Harvard a partire dalle richieste avanzate dai cittadini che vogliono esercitare il proprio diritto a non apparire su Internet.

Abbastanza lineare il ragionamento dell'Agenzia secondo cui, inviando i dati di queste persone alla lista di Harvard (che finisce per essere divulgata su Internet), Google in pratica vanifica lo scopo di esercitare il diritto ad essere ''dimenticati''.

Con la sua deliberazione, l'autorità regolatrice chiede a Google di cancellare tutti i dati personali che sono stati oggetto di una richiesta di diritto di cancellazione comunicata al Lumen Project, sollecitando quindi la società a chiedere al progetto dell'Università di Harvard di cancellare e interrompere l'utilizzo dei dati personali che ti ha trasferito.
Oltre a quella inflitta a Google, l'agenzia ne ha annunciata un'altra nei confronti di Vodafone, per 3,94 milioni di euro, per non garantire la sicurezza dei dati personali dei propri clienti.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli