Open Fiber: sperimentata con successo la tecnologia 50G-PON

- di: Daniele Minuti
 
Open Fiber diventa una delle prime aziende nel nostro Paese ad aver sperimentato in ambiente controllato il nuovo servizio di accesso broadband 50G-PON, grazie al quale sarà possibile raggiungere una velocità sulla rete di accesso fino a 50Gps: i risultati dei test hanno dimostrato con successo l'enorme potenzialità di questo aggiornamento tecnologico, sia in termini di ampiezza di banda che di tempi di latenza infinitesimali.

Open Fiber: sperimentata con successo la tecnologia 50G-PON

Si tratta di caratteristiche importantissime per proseguire nel soddisfare le necessità degli utenti per quanto riguarda qualità dell'uso della rete e velocità, in crescita sempre più ripida. Sarà inoltre possibile aprire una serie di diversi scenari di servizio, oltre ad avere un peso rilevante nel rilegamento degli elementi di rete d'accesso delle reti mobili 5G (che necessitano di una densificazione delle antenne di trasmissione, o microcelle, oltre che di una grande capacità trasmissiva delle reti stesse) con la nuova tecnologia 50G-PON sperimentata e grazie alla capillarità della rete PON, la rete di accesso FTTH diventerà una piattaforma che consente di realizzare la convergenza fisso mobile, guadagnandosi in più il ruolo di abilitatore chiave per nuove applicazioni che viaggeranno sulla rete 5G, dalla domotica alla guida assistita, dal Metaverso all’IA.
La sperimentazione ha dimostrato, inoltre, la possibilità di far viaggiare il nuovo servizio 50 giga in parallelo, e senza interferenze, ai servizi già proposti dall’azienda ( XGS-PON ovvero 10GB).

Guido Bertinetti,
Direttore Network & Operations (nella foto), ha commentato: "Open Fiber è da sempre pioniera nella ricerca di soluzioni tecnologiche all’avanguardia che consentano capacità e velocità sempre maggiori nella trasmissione dei dati. Il successo di questa sperimentazione ci permetterà in breve tempo di fornire agli operatori partner un nuovo standard da proporre ai propri clienti, aziende e pubbliche amministrazioni in grado di supportare i più evoluti servizi digitali di oggi e quelli futuri".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli