EY: "Il 45% degli italiani intenzionato ad acquistare un veicolo elettrico"

- di: Daniele Minuti
 
È stata pubblicata la nuova analisi di EY Electric Vehicle Country Readiness Index, con cui vengono classifica i 14 principali mercati automobilistici nel mondo nell’ambito della mobilità elettrica, andando a studiare tre principali driver (offerta, domanda dei consumatori e regolamentazione degli Stati esaminati). Lo studio punta a dare una panoramica per il livello di prontezza rispetto al tema della mobilità elettrica.

Analisi EY: consumatori convinti dell’elettrico, ma mercato da consolidare

La Cina guida la classifica dei progressi maturati nel campo dei veicoli elettrici, sia a livello manifatturiero che infrastrutturale, davanti alla Norvegia, alla Svezia, alla Germania e a una Gran Bretagna in forte accelerata in questi anni.

Per quanto riguarda l'Italia, il nostro Paese è al 12esimo posto fra i 14 analizzati, mostrando un ritardo a livello di produzione e al suo relativo indotto. Le stime vedono una quota del 66% di veicoli elettrici lanciati sul mercato italiano da qui al 2026, ma solo il 18% prodotti nello stivale, fattore a cui si aggiunge la bilancia energetica che vede il 15% di import di energia elettrica e poche colonnine di carica veloce. Ci sono però lati positivi, come lo scoring relativo al numero di veicoli rispetto ai charging point, superiore allo standard

Dal punto di vista dei consumatori, l'Italia è al settimo posto con il 45% degli intervistati che prevede di acquistare una macchina ad alimentazione elettrica, dato però contrastato dalla poca propensione a pagare per la fascia premium di mercato, la fetta maggiore dell'offerta al momento. Crescono gli incentivi per spingere la transizione, ma è pur vero che vanno limate delle difficoltà relative alle procedure: l'Italia vuole mantenere gli impegni relativi a motori al bando dei motori a combustione per il 2035 e l'obiettivo net zero per il 2050, ma l'iter per proseguire su questi percorsi vanno snelliti

Giovanni PassalacquaPartner e Automotive Consulting Leader di EY in Italia (nella foto), commenta: "L’indagine EY fotografa un Paese che, nonostante le sfide che sta affrontando, sostiene lo sviluppo dell’e-mobility grazie a una serie di iniziative recentemente intraprese e può contare sull’impegno di tutto il settore nel rispondere ai bisogni del consumatore. Secondo la nostra indagine, solo per il 24% degli italiani la difficoltà legata alla ricarica di un veicolo elettrico influisce sull’acquisto. Un dato che è più basso rispetto ad altri paesi. Tuttavia, il caro energia e la spinta inflazionistica, potrebbero frenare lo sviluppo del mercato. Per sostenere e accelerare lo sviluppo del settore nel medio-lungo termine sarà fondamentale la semplificazione normativa, oltre a far convergere incentivi e interventi di investimento pubblico con iniziative industriali esistenti e future sul territorio".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli