Nella Pa spagnola del post-pandemia, il 55 % lavoratori in smart working

- di: Jean Aroche
 
Quando la pandemia sarà alle spalle, in Spagna la Pubblica Amministrazione vedrà la percentuale di lavoratori che svolgeranno le proprie mansioni a distanza arrivare sino al 55% del loro totale, contro il 18%  precedente al dilagare del Covid-19. Secondo uno studio di Vodafone, nel caso delle microimprese, questa percentuale passerà dal 14% al 18%, dal 29% al 36% nelle PMI e dal 50% al 51% nelle grandi imprese. Secondo le risposte fornite ad un questionario, sullo stato della digitalizzazione delle aziende e delle pubbliche amministrazioni spagnole, è emerso che il 94% delle grandi aziende ha implementato il telelavoro, seguito dal 91% delle pubbliche amministrazioni pubbliche, il 72% delle PMI e il 30% delle microimprese.

Alla domanda se fossero preparati ad affrontare il telelavoro, è nelle grandi aziende e nelle PMI che questa percezione ottiene le sue percentuali più alte (87% e 84% rispettivamente) mentre nelle microimprese è del 77% e nell'Amministrazione il 61%. Per settori, nelle microimprese, nel commercio all'ingrosso, nell'industria e nei servizi (rispettivamente 47%, 43% e 42%) è dove c'è stato più telelavoro durante la pandemia, mentre nelle PMI è stato nei servizi, nell'industria e nell'edilizia (82%, 74% e 72%, rispettivamente).

La riduzione dell'attività ha segnato la realtà delle imprese durante la pandemia, superando il 53% nelle microimprese e le PMI, il 49% nelle grandi imprese e il 27% nelle pubbliche amministrazioni. Quelle che invece hanno dovuto cessare l'attività sono per il 14% microimprese, il 7% PMI e grandi imprese e il 2% amministrazioni.
Per alleviare le conseguenze del Covid, come risulta dal rapporto, il 47% delle PMI, il 46% delle grandi aziende e il 30% delle microimprese hanno fatto ricorso all'Erte (un sostegno temporaneo al regime di cassa integrazione). Inoltre, il 22% dei lavoratori nelle grandi aziende è stato costretto a fare ferie, il 20% nelle PMI e il 7% nelle microimprese.

L'alto costo della digitalizzazione è il maggiore ostacolo (21%) alla sua attuazione nelle microimprese, mentre la mancanza di conoscenza e comprensione delle tecnologie è il maggiore ostacolo per le PMI (24%), le grandi imprese (27%) e per Amministrazione (47%).
Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie