Esteri: i dazi dell'era Trump falcidiano l'expo cinese negli Stati Uniti

- di: Brian Green
 
L'imposizione di dazi più elevati da parte degli Stati Uniti - segnatamente dall'amministrazione guidata da Donald Trump - stanno determinando un forte calo delle esportazioni cinesi in America. I dazi, poi, secondo gli analisti, stanno comportando significativi cambiamenti nei tipi di merci che gli americani acquistano dalla Cina. Tanto che, se si tratta di comprare apparecchiature per telecomunicazioni, mobili, abbigliamento e altri beni, gli acquisti americani si rivolgono ad altri Paesi, in particolare dell'Estremo Oriente.

L'amministrazione Trump, nel 2018 e nel 2019, ha imposto i nuovi e più pesanti dazi alle merci cinesi, rendendole più costose per le società di importazione americane. La strategia era abbastanza chiara: aumentare la produzione negli stabilimenti statunitensi (quindi, creare nuovi posti di lavoro nel settore manufatturiero) rendendo le importazioni cinesi meno convenienti.

Un obiettivo parzialmente fallito perché una sovrapproduzione americana (con il necessario aumento della forza lavoro) nei fatti non c'è stata, poiché le società statunitensi di importazioni, anziché fare ricorso a produttori americani, si sono invece rivolte per la fornitura di merci ad altri Paesi asiatici e non più alla Cina.
Il Paese asiatico che, approfittando del nuovo scenario, ha fatto registrare l'incremento maggiore in termini di esportazioni verso gli Stati Uniti è stato il Vietnam, che nel 2018 era al dodicesimo posto nella classifica dei fornitori e che ora è saldamente al sesto.

Questa evoluzione dei rapporti commerciali tra America e Cina ha, quindi, certamente conseguito l'obiettivo di abbassare la quota delle importazioni dalla Cina, ma non ha nel contempo spinto le aziende statunitensi ad aumentare le quote di produzione e, quindi, di mercato interno.
Come commentano oggi alcuni importatori americani di prodotti cinesi, se l'imposizione di dazi più alti voleva aumentare l'occupazione manifatturiera negli Stati Uniti tale traguardo è stato mancato, mentre - dicono facendo ricorso al sarcasmo - è stato perfettamente centrato quello di aumentare aumentare le importazioni da altri Paesi asiatici o i posti di lavoro in Estremo Oriente.
Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie