Anima presenta il Rapporto di sostenibilità 2023 e il Piano 2024-2028

- di: Barbara Bizzarri
 

Per il quarto anno consecutivo e in continuità con il percorso di sviluppo sostenibile intrapreso dal Gruppo, ANIMA ha pubblicato il Rapporto di Sostenibilità 2023 volontario, che riassume le iniziative adottate e i risultati raggiunti in merito alle questioni ambientali, sociali e di governance.

Anima presenta il Rapporto di sostenibilità 2023 e il Piano 2024-2028

Redatto secondo i GRI Sustainability Reporting Standards e sottoposto a verifica indipendente da parte di un ente certificatore esterno, il Rapporto ha lo scopo di fornire una relazione completa sulle attività, il modello organizzativo, i principali rischi e gli indicatori di performance  del Gruppo ANIMA.  Fra le novità dell’edizione 2023, il Rapporto amplia la rendicontazione delle emissioni indirette a tutte le categorie di Scope 3, in aggiunta a quelle connesse a viaggi di lavoro e investimenti, già esaminate in passato. Per la prima volta, inoltre, è stata redatta una versione sintetica del Rapporto stesso, consultabile pubblicamente sul sito del Gruppo. Inoltre, in continuità con gli anni precedenti, il Rapporto è stato sottoposto ad un esame limitato (limited assurance) da parte di Deloitte& Touche.

“Siamo lieti di presentare il quarto Rapporto di Sostenibilità di ANIMA su base volontaria, che rinnova il nostro impegno per un percorso di sviluppo sostenibile con coerenza e credibilità - commenta Alessandro  Melzi d’Eril, Amministratore Delegato e Direttore Generale di ANIMA Holding -. L’espansione del  Gruppo con le acquisizioni di Castello Sgr e Kairos Sgr ci pone nuove sfide che affrontiamo con grande  tranquillità grazie ad una relazione solida e di reciproca fiducia con tutti i nostri Stakeholder, a partire dagli  aspetti di maggiore attualità come quelli connessi alle tematiche ESG.” 

Nel 2023, inoltre, è stato pubblicato il Piano di Sostenibilità 2024-2028 del Gruppo, che aggiorna il precedente in coerenza con le nuove Linee Guida del Piano Industriale e identifica le direttrici di indirizzo strategico in ambito ESG per i prossimi anni, in conformità agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite. Tra le altre iniziative promosse nel corso del 2023, si possono ricordare: La costituzione della Fondazione Anima, con l’obiettivo di promuovere, fra l’altro, iniziative  di educazione finanziaria, in coerenza con la missione aziendale di ANIMA e il suo storico  impegno in quest’ambito; la partecipazione alla Italian Sustainability Week di Borsa Italiana, per discutere delle iniziative  e strategie di sostenibilità con investitori nazionali e internazionali e, infine, la compilazione, per la prima volta, del questionario CDP – climate change, ricevendo un  rating complessivo pari a B, corrispondente al livello Management, che identifica le aziende  che intraprendono azioni coordinate sulle questioni ambientali. 

La continua e crescente attenzione alle tematiche ESG è stata riconfermata, per il terzo anno consecutivo, dal riconoscimento di “Leader della Sostenibilità” del Sole 24Ore-Statista, che vede ANIMA tra le 200 imprese italiane più sostenibili di diversi settori industriali. 

Notizie della stesso argomento
Trovati 22 record
Pagina
1
20/06/2024
Nasce il Nature Positive Network che riunisce le imprese impegnate in azioni a favore dell...
20/06/2024
ANIE Confindustria, transizioni green e digital guidano la crescita dell’industria delle t...
19/06/2024
Snam ancora fra le aziende più virtuose nell'ESG Identity Corporate Index
19/06/2024
WEF, le 5 azioni necessarie per favorire la transizione energetica
19/06/2024
Sisal presenta il Bilancio di Sostenibilità 2023
19/06/2024
Gruppo Hera al primo posto nell'ESG Identity Corporate Index
Trovati 22 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli