Stellantis, Comau fornirà soluzioni di automazione ad alta velocità per diversi fornitori di energia a idrogeno

- di: Barbara Leone
 
E’ una costola di Stellantis, ovvero uno dei principali costruttori automobilistici al mondo e fornitore di soluzioni di mobilità innovative. Si chiama Comau, ed è una società leader mondiale nello sviluppo di sistemi e prodotti avanzati per l’automazione industriale. La sua offerta include tecnologie e sistemi per la produzione di veicoli elettrici, ibridi e tradizionali, robot industriali, soluzioni di robotica indossabile e collaborativa, strumenti per la logistica a guida autonoma, centri di lavorazione meccanica dedicati, servizi digitali interconnessi e sistemi in grado di trasmettere, elaborare e analizzare dati macchina e di processo. Con oltre 45 anni di esperienza sul campo e una forte presenza nei maggiori Paesi industrializzati, Comau aiuta le aziende costruttrici, di tutte le dimensioni e di qualunque settore, a migliorare qualità e produttività, riducendo time-to-market e costi complessivi. Sfruttando le sue conoscenze e la sua esperienza nel campo dell'elettrificazione e delle energie rinnovabili, Comau sta contribuendo ad agevolare la creazione di energia affidabile e a emissioni zero, sviluppando una gamma di soluzioni proprietarie per automatizzare le fasi chiave del processo, tra cui la preparazione e l'impilamento delle celle, i test di tenuta e altro ancora, nell'ambito del suo impegno a ridurre il prezzo della produzione di celle a combustibile e di elettrolizzatori. Ed infatti sta collaborando con diversi clienti in varie parti del mondo per automatizzare la produzione di celle a combustibile e degli elettrolizzatori.

In Cina, ad esempio, Comau sta collaborando con Shanghai hydrogen propulsion technology (Shpt), un'azienda leader nel settore delle celle a combustibile a idrogeno, per fornire una linea di produzione avanzata per l’impilamento di celle a combustibile a idrogeno. Tra gli altri progetti  l'azienda sta seguendo opportunità di progettazione, produzione e vendita di soluzioni a idrogeno per veicoli leggeri e pesanti, ed è coinvolta in un progetto pilota per la produzione di elettrolizzatori nella regione Emea e in altre opportunità in Oceania. Tutti questi progetti mirano a industrializzare l'ambiente di produzione, in gran parte manuale, consentendo di incrementare i volumi di produzione e di accrescere la qualità del processo di alta precisione.  L'automazione può anche ridurre i costi operativi fino al 20%, secondo le stime interne, grazie anche alla maggiore precisione e alla riduzione dell'onere delle misure di sicurezza della camera bianca. Per quanto riguarda più specificatamente il progetto sull'idrogeno in Cina, Shpt è una controllata di Saic Motor, i cui prodotti a celle a combustibile a idrogeno sono ampiamente utilizzati in autovetture, autobus, camion leggeri, medi e pesanti, carrelli elevatori, rimorchi e molte altre applicazioni. Le tecnologie delle celle a combustibile a idrogeno e degli elettrolizzatori possono essere estese anche alla generazione di energia distribuita e alla cogenerazione, oltre che alle navi, all'aerospazio e ad altri settori non automotive. "Comau ha una consolidata reputazione e competenza nel settore dei veicoli a nuova energia ed è nota per fornire soluzioni complete di automazione ed elettrificazione - ha detto il responsabile dell'ingegneria di produzione di Shpt -. Auspichiamo che la collaborazione su questo progetto renda il nostro processo di produzione più flessibile ed efficiente, e che garantisca che le nostre celle a combustibile continuino ad essere di qualità eccellente”. La collaborazione di Comau con Shpt per la linea di produzione per l’impilamento di celle a combustibile, rappresenta il primo progetto dell'azienda in Cina nel settore dell'energia a idrogeno.

Nell'ambito del progetto, Comau svilupperà e si avvarrà della sua tecnologia proprietaria di impilamento multiasse ad alta velocità e ad alta precisione, per eseguire simultaneamente una serie di operazioni di impilamento delle celle. Con consegna prevista per la fine del 2022, la soluzione pionieristica gestisce il prelievo, la scansione del codice, il posizionamento secondario e il caricamento dell’involucro, il tutto in 4 secondi. Per questo motivo, Comau supporterà Shpt nel raggiungimento di una serie di obiettivi di produzione, tra cui il miglioramento della capacità di produzione annuale, grazie alla completa automazione delle stazioni di assemblaggio. “Collaborando con aziende leader nel settore delle celle a combustibile a idrogeno come Shpt - ha detto Nicole Clement, Chief Marketing Officer di Comau -, forniamo sia servizi di progettazione per la produzione che soluzioni innovative che permettono di avere un maggiore vantaggio sul mercato. Queste collaborazioni ribadiscono anche il continuo investimento e l'ulteriore espansione di Comau nel campo dell'elettrificazione, contribuendo così a creare una mobilità più sostenibile in futuro”. Gli fa eco Gaetano Cantalupo, Apac Cluster Leader di Comau, che ha commentato così la collaborazione: “Siamo lieti di collaborare con un'azienda leader nel settore delle celle a combustibile per fornire soluzioni innovative che offrono ai prodotti Shpt un maggiore vantaggio sul mercato”.
Secondo stime interne basate su dati forniti da Iea e Ihs, Comau prevede che l'uso dell'idrogeno raddoppierà nel prossimo decennio, in gran parte trainato da nuovi impieghi come la mobilità e lo stoccaggio di energia. La generazione di idrogeno verde stimolerà anche la domanda di elettrolizzatori, da una stima di 120 MW installati nel 2020 a più di 20 GW previsti nel 2030. In termini di celle a combustibile, Comau stima che il mercato crescerà in modo esponenziale, passando da poche migliaia di unità di celle a combustibile installate nel 2020 a 1,2 milioni di unità entro il 2030, equivalenti a più di 100 GW di energia da idrogeno.
 
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli