InvestEU: Commissione Ue e Cdp firmano il primo accordo europeo di Advisory

- di: Barbara Leone
 
Il coinvolgimento degli istituti nazionali di promozione nel piano InvestEU è partito oggi con la firma a Bruxelles del primo Contribution Agreement nell’ambito del Polo di Consulenza InvestEU (“Advisory Hub”) tra la Commissione Europea e l’italiana Cassa depositi e prestiti. Cdp è dunque il primo istituto nazionale di promozione e la prima istituzione diversa dalla Banca europea per gli investimenti (Bei) a siglare direttamente con la Commissione Europea un accordo nell’ambito di uno dei tre pilastri di InvestEU che si compone di tre strutture: Fondo, Polo di Consulenza e Portale. Con una garanzia di bilancio dell’Ue di circa 26 miliardi di euro a favore delle operazioni di finanziamento, il Fondo ha l’obiettivo di mobilitare oltre 370 miliardi di investimenti aggiuntivi entro il 2027 all’interno della UE. Successore dell’Investment Plan for Europe, InvestEU prevede che il Gruppo BEI (Bei e Fei) sosterrà investimenti che beneficeranno del 75% della garanzia del bilancio europeo, mentre il rimanente 25% andrà a copertura degli investimenti effettuati da istituti nazionali di promozione, come appunto Cdp, e da istituzioni finanziarie internazionali attive in Europa.

L’accordo che mobiliterà risorse per 6,7 milioni, di cui 5 milioni provenienti dal budget europeo e circa 1,7 milioni dalla stessa Cdp, riguarda in particolare l’attività di consulenza, centrale per lo studio di progetti bancabili e in linea con gli obiettivi delle politiche europee. Cdp potrà quindi fornire ad autorità e promotori pubblici e privati servizi di advisory per progetti di sviluppo di opere infrastrutturali strategiche; favorire l’attrazione di risorse private e sostenere il rafforzamento delle competenze amministrative e istituzionali per le gestioni finanziarie e gli aspetti normativi. Commissione Ue e Cdp, inoltre, stanno lavorando congiuntamente per estendere la collaborazione alle altre strutture del Piano InvestEU. Per quanto riguarda Cdp, l’accordo è in linea con il Piano Strategico 2022-2024 che prevede il rafforzamento del modello di advisory a servizio della Pubblica amministrazione e della gestione del Pnrr, con l’intento di apportare benefici concreti sul benessere di cittadini e imprese, con impatti significativi su crescita e occupazione. Un accordo, quello siglato oggi, che ha generato numerosi commenti entusiasti. A cominciare da Paolo Gentiloni, Commissario Ue per l'Economia, il quale ha dichiarato: “L'odierna firma dell'accordo con Cassa Depositi e Prestiti, prima banca nazionale di promozione a divenire partner consultivo nell'ambito di InvestEU, segna una pietra miliare nel cammino per far conoscere e usare il programma in tutta l'Ue. Con Cassa Depositi e Prestiti come partner locale, offriremo servizi di consulenza mirati per contribuire alla pianificazione e all'attuazione di importanti investimenti in infrastrutture pubbliche e sociali e nello sviluppo sostenibile. Attendo con interesse la firma di molti altri accordi di questo tipo con partner esecutivi locali in tutta l'Ue”.

Soddisfatto anche il Presidente di Cdp Giovanni Gorno Tempini che ha così commentato l’accordo:“Il primato di Cassa Depositi e Prestiti nella chiusura del primo Advisory Agreement a livello europeo è il risultato dell’impegno e delle competenze che, come istituzione, stiamo mettendo a disposizione dell’Italia, per garantire al Paese uno sviluppo sempre più sostenibile e inclusivo. Il lavoro che abbiamo avviato assieme alla Commissione è solo un primo passo di un percorso che permetterà a CDP un’ulteriore crescita anche sul fronte della sostenibilità, obiettivo che è alla base del proprio piano di sviluppo pluriennale”. Gli fa eco Dario Scannapieco, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cdp: “Con InvestEU l’Europa nei prossimi anni riprende il cammino iniziato con il pionieristico Piano d’Investimenti per l’Europa, che per la prima volta sette anni fa aveva posto l’accento su investimenti e crescita - ha affermato Scannapieco -. L’accordo siglato oggi rappresenta una nuova tappa e un rilancio del dialogo tra Cdp e le Istituzioni Europee al fine di ottimizzare le sinergie tra risorse europee e italiane. Siamo orgogliosi di unirci alla Commissione Europea al fine di contribuire a stimolare una crescita robusta e duratura del nostro sistema economico, sociale e ambientale”. Infine il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega agli Affari Europei Enzo Amendola ha commentato: “La firma dell’accordo riconosce il ruolo strategico di Cassa Depositi e Prestiti nella politica europea di investimenti a favore dello sviluppo economico e sociale dell’Italia. In un momento in cui siamo impegnati nella missione nazionale del Pnrr - ha detto in conclusione Amendola - è molto importante garantire contemporaneamente anche la spesa dei fondi del bilancio Ue 2021-2027 e le competenze di Cdp per l’attuazione del programma di investimenti europeo InvestEU sono in questo senso la migliore garanzia per una crescita sostenibile, digitale e inclusiva da un punto di vista sociale e territoriale”.
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli