Il Sudafrica sospende il vaccino Astrazeneca: "Poco efficace contro la variante"

- di: Jean Aroche
 
Il Sudafrica ha sospeso temporaneamente il programma di vaccinazione contro il Covid-19, che doveva iniziare nei prossimi giorni con un milione di vaccini sviluppati da Oxford e AstraZeneca. La decisione è stata adottata dopo che uno studio avrebbe rivelato un'efficacia "limitata" contro la variante sudafricana del virus.
Lo studio, condotto dall'Università del Witwatersrand (a Johannesburg), che non è stato ancora sottoposto a "peer review" (cioè al vaglio di altri scienziati), afferma che il vaccino britannico offre "una protezione limitata, nei giovani adulti, contro le forme moderate della malattia causata dalla variante sudafricana".

Secondo i primi risultati dello studio, il vaccino è efficace solo al 22% contro le forme moderate della variante sudafricana. Non sono ancora disponibili risultati sulla sua efficacia contro le forme gravi. "Questo è un problema temporaneo, dobbiamo sospendere i vaccini AstraZeneca fino a quando non avremo risolto questi problemi" ha detto il ministro della Salute sudafricano, Zweli Mkhize, in una conferenza stampa online.

In ritardo nella corsa alla vaccinazione, il Sud Africa, ufficialmente il Paese più colpito del continente con quasi un milione e mezzo di casi ed oltre 46.000 morti, ha ricevuto oggi la sua prima spedizione di un milione di vaccini, tutti AstraZeneca-Oxford prodotti dal Serum Institute of India. Queste prime dosi erano destinate principalmente a un milione e duecentomila di operatori sanitari.
"Ricercatori sudafricani e britannici hanno scoperto che (...) il vaccino era molto più efficace contro quello (il ceppo, ndr) originale del Coronavirus" che contro la variante, si specifica in un comunicato stampa sullo studio dell'Università di Witwatersrand. "I primi risultati sembrano confermare che la mutazione del virus rilevata in Sud Africa possa essere trasmessa alla popolazione già vaccinata", si legge ancora nel comunicato dell'Università, secondo cui il controllo, effettuato su 2.000 volontari di età media di 31 anni, non consente di pronunciarsi sull'efficacia del vaccino contro le forme gravi di malattia, ricoveri e decessi" perché la popolazione target era a basso rischio.

"Riteniamo che il nostro vaccino proteggerà ancora dalle forme gravi della malattia", ha detto un portavoce di AstraZeneca "poiché l'attività degli anticorpi neutralizzanti è simile a quella di altri vaccini contro Covid-19 che si sono dimostrati efficaci contro le forme gravi, in particolare quando le dosi sono distanziate da otto a dodici settimane l'una dall'altra".
Sarah Gilbert, ricercatrice responsabile dello sviluppo di vaccini presso l'Università di Oxford, ha detto, intervistata dalla Bbc, che potrebbe essere necessario del tempo prima di poter determinare se il vaccino è efficace contro questo ceppo - che è sempre più presente nel Regno Unito - negli anziani.

"Una versione (del vaccino Oxford AstraZeneca, ndr) con la sequenza della variante sudafricana è in preparazione", ha detto la ricercatrice. Il ministro sudafricano della Salute ha comunque voluto rassicurare la popolazione: nelle prossime quattro settimane, ha detto, avremo i vaccini Johnson & Johnson e Pfizer. Comunque sono in corso anche contatti con altri laboratori, in particolare con Moderna e il produttore russo di vaccini Sputnik V, ha aggiunto.
Notizie della stesso argomento
Trovati 1 record
14/06/2024
Usa: la Corte suprema dice no a limiti all'accesso alla pillola abortiva
Trovati 1 record
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli