Selex: pianificati 340 milioni di investimenti nonostante le crisi in corso

- di: Barbara Bizzarri
 
Il Gruppo Commerciale Selex chiuderà l'anno con un fatturato lordo di 17,8 miliardi, pari al +5,6% sul 2021: un risultato molto positivo nonostante le criticità che la DMO sta affrontando in questi mesi per gli effetti delle numerose crisi in corso.
Selex detiene il 14,7% del mercato e, attraverso i suoi 18 Soci (con Dimar, Gulliver-Alfi, Il Gigante), è presente in tutta Italia con una rete commerciale multinsegna, come A&O, Gulliver, Famila e Mercatò, multicanale per 3.206 punti vendita e un organico di circa 41.000 addetti.

Selex: pianificati 340 milioni di investimenti nonostante le crisi in corso

Alessandro Revello, Presidente di Selex Gruppo Commerciale ha sottolineato: "Il 2022 ci ha messo di fronte ad una situazione quasi inimmaginabile. In questo difficile contesto abbiamo deciso di dare vita ad iniziative commerciali capaci di assorbire per quanto possibile i rincari, cercando di coinvolgere in questa responsabilità, con grande determinazione, i produttori di beni di largo consumo con cui collaboriamo; allo stesso modo ci stiamo impegnando a rafforzare gli investimenti che mirano ad aumentare la qualità e la convenienza dei nostri prodotti a marchio, l’esperienza offerta dai nostri punti di vendita ed i servizi alla persona dedicati ai nostri Clienti".

Il piano per il 2023 prevede investimenti per 340 milioni con l’apertura di 63 nuovi punti vendita e la ristrutturazione di 73 unità e l’obiettivo per il prossimo anno è raggiungere i 18,5 miliardi di fatturato lordo, con una crescita del +3,6% puntando anche sulle marche del distributore (Selex, Consilia, Vale e Il Gigante) che a fine 2022 dovrebbero registrare un fatturato al consumo di circa 1,6 miliardi di euro, con una crescita superiore al 10% rispetto al 2021 (quota di mercato in continua ascesa).

"I risultati del 2022 ci soddisfano ma siamo molto preoccupati dall’effetto che l’incremento dei prezzi sta determinando sui consumi in queste ultime settimane" ha dichiarato Maniele Tasca, Direttore Generale di SELEX (nella foto) -“Abbiamo esaurito la capacità del settore di assorbire gli aumenti dei costi di gestione e per limitare il rischio di ulteriore inflazione abbiamo chiesto ai fornitori di sospendere gli aumenti di listino per i prossimi mesi, in attesa si definisca meglio il contesto di riferimento del 2023".
Grazie a tutti i progetti in corso ed alle strategie commerciali adottate, SELEX stima di poter raggiungere nel 2023 i 18,5 miliardi di fatturato lordo, con una crescita prevista del +3,6%.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli