Opinion Leader for Future, al via l'Osservatorio di Credem e Almed contro le fake news

- di: Barbara Bizzarri
 


Dopo tre anni di ricerca in cui si erano concentrati sul ruolo degli opinion leader nel panorama informativo coinvolgendo 45 tra esperti, ricercatori e professori universitari coinvolti, 350 post social, 5000 intervistati, creazione di una community e oltre 120 milioni di persone potenzialmente raggiunte allo scopo di rileggere e interpretare il vasto panorama informativo nazionale e internazionale alla luce di diversi fattori: le differenze generazionali, la nuova esigenza delle persone di essere guidate per comprendere le complessità della società e l'importante ruolo e responsabilità dei leader d'opinione che forniscono contenuti informativi capaci di orientare consapevolmente le persone, Gruppo Credem, tra i principali gruppi bancari nazionali e tra i più solidi a livello europeo, e Almed, Alta Scuola in Media, comunicazione e spettacolo dell'Università Cattolica, hanno deciso di aprire un osservatorio permanente per contribuire al miglioramento della cultura informativa su argomenti rilevanti per la formazione dell’opinione pubblica e per le scelte di vita delle persone. Presentato il 15 febbraio, nel corso di un evento pubblico a cui hanno partecipato per il Gruppo Credem, Luigi Ianesi, Responsabile corporate governance e relazioni esterne, e Lucio Dionisi, Responsabile media relations e, per l’Università Cattolica, Mariagrazia Fanchi, Direttrice Almed (Alta Scuola in media, comunicazione e spettacolo), Chiara Giaccardi, Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e Marco Lombardi, Direttore della Scuola di Giornalismo, l’ “Osservatorio Opinion Leader 4 Future”, prenderà vita il 1 marzo 2023 con l’obiettivo di diventare un riferimento per la società per l’informazione e l’orientamento sociale concentrandosi su tematiche quali: salute, sicurezza, finanza personale, sostenibilità ed educazione.

Opinion Leader for Future, al via l'Osservatorio di Credem e Almed contro le fake news

Per noi fare banca non significa solo occuparsi della tutela dei risparmi e dei progetti delle famiglie e delle imprese, ma anche contribuire al miglioramento della collettività. Questo progetto alimenta il dibattito virtuoso e costruttivo sui processi informativi e sui temi che riguardano trasversalmente la vita delle persone come la salute, la sostenibilità e la finanza personale, solo per citarne alcuni. La partecipazione, l’interesse e le interazioni stimolate dal lavoro di ricerca condotto dall’Università Cattolica negli ultimi anni ci hanno sempre più convinti della validità del percorso comune che abbiamo avviato. Siamo certi che questo nuovo passo avanti sarà una nuova storia di successo e l’Osservatorio che stiamo lanciando possa essere un punto di riferimento per chiunque voglia accrescere le proprie competenze e conoscenze dei processi di informazione e creazione delle opinioni”, ha dichiarato Lucio Igino Zanon di Valgiurata, Presidente Credem.

 

Nel corso degli ultimi tre anni Opinion Leader 4 Future, attraverso le attività di divulgazione e l’estrema rilevanza sociale dei temi trattati, ha raggiunto risultati ottenuti grazie all’importante attività di ricerca svolta dal team dell’Università Cattolica.

Nello specifico, il triennale lavoro di ricerca di Opinion Leader 4 Future ha evidenziato l’interconnessione generazionale relativamente alla fruizione delle informazioni ed ha documentato lo sviluppo di un vero e proprio cambio di paradigma in relazione al ruolo dei leader d’opinione: da “semplici” portatori di conoscenze a soggetti chiamati a spiegare e guidare le persone nella comprensione di quanto accade all’interno della società. La stratificazione delle complessità socio-economiche e dei canali di comunicazione hanno prodotto uno scenario informativo altrettanto articolato e creato sempre di più la richiesta di una informazione costruttiva e lontana dagli allarmismi. In questi tre anni di ricerca è quindi emerso un chiaro bisogno di una corretta informazione capace di aiutare le persone a capire i fenomeni in corso, comprenderne le dinamiche ed orientarle nelle scelte quotidiane, dai temi più rilevanti a quelli più comuni.

 

Pertanto, l’obiettivo dell’Osservatorio Opinion Leader 4 Future - Credem e Università Cattolica è quello di proseguire il percorso avviato nell’ambito dell’analisi delle dinamiche di costruzione dell'opinione pubblica, di accrescere le potenzialità espresse da Opinion Leader 4 Future ed il grado di conoscenza delle persone nei riguardi dell’informazione attraverso un monitoraggio sulle strategie di informazione e di influenza adottate dai cittadini per orientarsi sui temi chiave della vita pubblica e civile. Le tematiche al centro dell’indagine dell’Osservatorio, che saranno condotte dal team di ricerca dell’Università Cattolica, saranno eterogenee e riguarderanno argomenti fortemente al centro del percorso di vita quotidiana delle persone quali la salute, la sicurezza, la finanza personale, la sostenibilità e l’educazione. 

 

Da un’analisi condotta dall’Istituto Bilendi, tra i leader europei nell’analisi dei dati a scopo di ricerche di mercato, in collaborazione con i ricercatori dell’Università Cattolica su un campione di oltre 4500 persone sparso in tutto il territorio nazionale è emerso che i primi due temi sui quali vorrebbero essere maggiormente informati i cittadini sono il carovita (36%) ed i comportamenti sostenibili che possono essere messi in atto (25%).  Più in generale, dalla ricerca emergono alcune questioni trasversali di grande rilevanza che saranno centrali per l’Osservatorio: l’attenzione alle audience più fragili in termini socio-culturali; l'interesse delle persone per le tematiche che hanno ricadute effettive sulla propria quotidianità e la ricerca di indicazioni per risolvere i problemi quotidiani; la comprensione delle dinamiche di influencing che generano e alimentano i differenti trend informativi in una prospettiva multicanale.

 

“Promuovere una comunicazione rispettosa della persona, autentica e capace di generare conoscenza e dialogo è un impegno che Università Cattolica ha preso da tempo, attraverso i suoi corsi di laurea, i master e l’attività di alta formazione e formazione permanente, così come attraverso la ricerca, svolta in contesti nazionali e internazionali. Il progetto condotto con Credem sul tema dell’influenza e l’iniziativa di monitoraggio dei processi comunicativi che prenderà l’avvio il prossimo marzo declina questo impegno sul fronte della terza missione, mettendo a disposizione degli operatori della comunicazione, dei policy maker e dei cittadini saperi, strumenti e buone pratiche per contrastare le fake news e sostenere una migliore consapevolezza ed educazione informativa”, ha dichiarato Fausto Colombo, Prorettore dell’Università Cattolica con delega alle attività di comunicazione e promozione dell’immagine dell’Ateneo.

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli