GreenIT e Copenhagen Infrastructure Partners: al via la collaborazione per tre parchi eolici offshore galleggianti da 2 GW in Italia

- di: Barbara Bizzarri
 
GreenIT, joint venture italiana per le energie rinnovabili tra Plenitude (Eni) e CDP Equity (Gruppo CDP), e Copenhagen Infrastructure Partners (CIP, attraverso i suoi Flagship Funds), hanno firmato un accordo per lo sviluppo di tre parchi eolici offshore galleggianti nel Lazio e in Sardegna: una partnership che rafforza l’impegno nell’industria dell’eolico offshore galleggiante e prevede impianti collocati a circa 30 km dalla costa, con una capacità totale di quasi 2 GW.

GreenIT e Copenhagen Infrastructure Partners: al via la collaborazione per tre parchi eolici offshore galleggianti da 2 GW in Italia

Con questo accordo il consorzio diventa uno dei maggiori operatori del settore in Italia, con progetti per una capacità totale di circa 3 GW in grado di soddisfare i consumi di elettricità di quasi 2,5 milioni di famiglie. Le strutture saranno sviluppate da un team di lavoro congiunto, affiancato da Copenhagen Offshore Partners, fornitore esclusivo di CIP per l’implementazione dell'eolico offshore, e da NiceTechnology e 7 Seas Wind Power, società italiane con provata esperienza nel comparto offshore, che hanno già collaborato con GreenIT e CIP allo sviluppo di altri due progetti in Sicilia e Sardegna.

In particolare, l'intesa prevede lo sviluppo di un parco eolico nel Lazio, al largo di Civitavecchia, per una capacità complessiva fino a 540 MW e di altri due impianti situati al largo di Olbia, in Sardegna, con una potenza di circa 500 MW e 1.000 MW. I tre progetti dovrebbero generare circa 5 TWh/anno e saranno operativi tra il 2028 e il 2031, appena completato l'iter autorizzativo e la successiva fase di costruzione. Il nuovo accordo rappresenta un ulteriore tassello strategico e un impegno preciso per il rafforzamento del settore eolico offshore galleggiante in Italia, fornendo un contributo significativo verso un futuro a basse emissioni di carbonio e incoraggiando la crescita della filiera produttiva locale.

L’intero portafoglio eolico offshore italiano della partnership, dunque, contribuirà con i propri progetti agli obiettivi di decarbonizzazione del Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima 2030: i tre parchi eolici offshore, infatti,  utilizzeranno fondazioni galleggianti e soluzioni tecniche innovative, volte a minimizzare l'impatto ambientale e visivo e beneficeranno di sinergie tecnologiche e logistiche, unitamente ad altre iniziative eoliche offshore gestite nell'ambito della collaborazione stessa.

Notizie della stesso argomento
Trovati 17 record
Pagina
1
19/07/2024
Ponti, Relazione di impatto 2023: ridotte del 22% le emissioni di CO2
19/07/2024
Feralpi Group: SBTi approva obiettivi 2030 per la riduzione di emissioni di CO2
18/07/2024
DBA Group continua a consolidare le proprie pratiche di sostenibilità
18/07/2024
UN Global Compact Network Italia: come le imprese italiane implementano la sostenibilità n...
17/07/2024
Assonime: "Partenariato Pubblico-Privato driver per innovazione e sostenibilità"
17/07/2024
FederlegnoArredo presenta il secondo Bilancio di Sostenibilità
Trovati 17 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli