Relax al mare - Sognando Fellini, Modugno e...The White Lotus ​

- di: Redazione
 

Relax a Lampedusa | Courtesy Vitha Group

Aprire gli occhi al mattino e immergere lo sguardo tra le onde del mare che fanno capolino da una finestra, pettinate da un sole scintillante.

Togliere l’ancora ai pensieri e respirare il profumo dell’erica, del finocchio selvatico prima di concedersi un viaggio in caicco alle scoperta delle cale più silenziose, la lettura di un libro in tranquillità o una partita a golf con la spiaggia e un prato sconfinato a fare da cornice.

Da nord a sud l’Italia, con le sue perle incastonate nel blu, offre cantucci straordinari dove concedersi qualche giorno di relax.

Amarcord al Grand Hotel Rimini

Per Federico Fellini in Amarcord era “la vecchia Signora”. Ed è anche grazie al regista che ne ha esaltato il fascino, fissandolo per sempre in una dimensione onirica e senza tempo, che il Grand Hotel Rimini gode adesso di una fama internazionale come ricorda Titta Biondi con le sue ore trascorse davanti al Grand Hotel per spiare, attraverso le siepi, il magico e fiabesco mondo dei ricchi.

Nell’anno in cui ricorre il trentennale della morte di Fellini, questo gioiello realizzato nel 1908, divenuto monumento nazionale nel 1994, un omaggio al Liberty, con il suo appeal internazionale e un’ospitalità a cinque stelle, è la destinazione perfetta per un tuffo nella dolce vita.

Entrato a far parte nel 2007 del prestigioso gruppo Batani Select Hotels dell’omonima famiglia, affacciato sul mare e a due passi dal centro storico di Rimini, il Grand Hotel gode di una spiaggia privata, un’oasi di relax con i suoi 15.000 metri quadrati di superficie. Una baby piscina e un’area mini-club con giochi, scivoli e altalene offrono svago anche ai piccoli viaggiatori.

La creatività dello chef Claudio Di Bernardo accompagna gli ospiti al Ristorante “Otto e mezzo al mare” per un pranzo a 5 stelle da gustare anche sotto l’ombrellone.

Ogni camera rispecchia la peculiarità storica dell’edificio, un gioiello con stanze e saloni arredati con autentici pezzi veneziani e francesi del XVIII secolo, grandi lampadari di Murano e marmi.

A Lampedusa sulle orme di Modugno

Scivoliamo verso sud sul dorso di un mare che incanta. Con la sua elegante silhouette in calce bianca e la pietra viva dei dammusi, La Calandra Resort Lampedusa, a picco sulla scogliera di Cala Creta, sul fianco orientale dell’isola di Lampedusa, offre ai suoi ospiti relax e comfort mediterraneo.

Gli amanti della tranquillità troveranno in questa struttura, un progetto Vitha Group, un’oasi di benessere e di silenzio. Dalle terrazze panoramiche dei dammusi lo sguardo spazia verso l’orizzonte infinito, cullato dal brusio del mare.

Gli ospiti del Resort La Calandra potranno scegliere se soggiornare in Dammusi Classic, Superior o Suite, tutti con patio privato e vista mare.

Composta da un grande salone con accesso al terrazzo panoramico con piscina, due camere matrimoniali, una camera singola, due bagni, cucina, patio e giardino privato vista mare, barbecue, doccia esterna, Villa Calandra, sempre del gruppo Vitha Group, accoglie invece gli ospiti in un’atmosfera intima ed esclusiva.

Chi volesse poi concedersi un po’ di relax sulla spiaggia che Domenico Modugno definì “la piscina di Dio”, può raggiungere la Villa che La Calandra mette a disposizione sulla suggestiva Spiaggia dei Conigli, al quarto posto della classifica 2020 delle spiagge più belle al mondo e già vincitrice dei Beach Awards 2018 con la sua sabbia bianchissima e l’acqua dai colori caraibici. Incastonata in un giardino di circa 1000 metri quadrati tra palme, agavi, bouganville, la villa appartenne al cantautore che la acquistò negli anni Settanta trascorrendovi gli ultimi giorni della sua vita.

Per rendere la vacanza più dinamica basta salire a bordo del maestoso Caicco, l’antico veliero in mogano di origine turca ad uso esclusivo degli ospiti, che conduce alla scoperta di magnifiche spiagge, cale e grotte.

Chi desiderasse infine trascorrere il proprio soggiorno a due passi dal cuore vibrante dell’isola, Gioia Hotel, un boutique hotel affacciato porto vecchio, con le sue 14 camere è il luogo perfetto per rilassarsi e rigenerarsi.

Destinazione Sicilia

Risaliamo un ampio tratto di mare per raggiungere il Verdura Resort. Situato tra la Valle dei Templi di Agrigento e la città di Sciacca, sulla costa sud-occidentale della Sicilia, a poco più di un’ora d’auto dagli aeroporti di Palermo e Trapani, questo affascinante scrigno di benessere, che ha a disposizione quasi due chilometri di costa, è immerso in un parco di 230 ettari, tra uliveti e aranceti.

Il vero relax al Verdura si guadagna attraverso poche bracciate tra le acque della piscina infinity, con una partita di golf a cinque stelle sul percorso da campionato da 18 buche progettato dall’architetto californiano Kyle Phillips o, ancora di più, nella Spa.

Gli osservatori più attenti si chiederanno perché ogni stanza custodisca una copia de Il Gattopardo, il capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Il nome del resort è un omaggio all’illustre famiglia Verdura, un tempo proprietaria del terreno che accoglie oggi la tenuta. L’ultimo Duca di Verdura era proprio il cugino dello scrittore.

La stagione 2023 del Verdura Resort si riaccende con il nuovo look delle camere e delle suite abbellite con materiali del territorio e dettagli legati al patrimonio culturale siciliano. Il progetto, ispirato all’ambiente circostante, incarna lo stile inconfondibile di Olga Polizzi, direttore del design della Rocco Forte Hotels.

Entrare nelle camere significa lasciarsi avvolgere dai colori, dal giallo cedro all’arancio bruciato, e farsi accarezzare da materiali come il legno, la pietra, la ceramica.

Il calendario 2023 offre diverse proposte all’aria aperta nella tenuta di 230 ettari. Per gli amanti della racchetta, Verdura Tennis & Padel Academy propone ad esempio ogni giorno corsi per giocatori di ogni età e livello.

Verdura Resort conferma la collaborazione con il celebre ristorante giapponese Dinings SW3 per un pop-up estivo. Il format di izakaya contemporanea più amato dalle celebrities londinesi, fino al 23 luglio, dal martedì alla domenica, occuperà per cena gli spazi del Ristorante Liolà, offrendo agli ospiti l’opportunità di provare l’innovativo menù creato per l’occasione da Chef Masaki Sugisaki.

Dalla provincia di Agrigento ci spostiamo di oltre duecento chilometri fino a raggiungere Taormina.

Sul set di The White Lotus

Gli appassionanti di The White Lotus 2, la serie firmata HBO in onda su Sky, girata proprio al Four Seasons Hotel & Resort a 5 stelle San Domenico Palace di Taormina, non potranno rinunciare al soggiorno in questa lussuosa finestra sul mare.

Provate a individuare le location che, nella finzione cinematografica, vedono protagonisti tre uomini italoamericani di origini siciliane in cerca delle proprie radici.

Dall’alto di una scogliera affacciata sullo Ionio, il San Domenico Palace dà il benvenuto ai suoi ospiti in un convento del XIV secolo, completamente reinventato. Basta nuotare nella piscina a sfioro sulla scogliera, passeggiare nei silenziosi giardini all’italiana, assaporare, presso il ristorante il Principe Cerami la cucina siciliana stellata dello chef Massimo Mantarro, per vivere a 360 gradi il mondo Four Seasons.

Dall’executive suite con plunge pool vista mare alla suite con terrazza affacciata sul Teatro Greco, non avrete che l’imbarazzo della scelta.

Sapore di Puglia

Puntiamo verso la città bianca della Puglia. A soli due chilometri dalla stazione di Ostuni, l’Hotel Monte Sarago coccola i clienti con la cura dei dettagli. Vale la pena soggiornarci anche solo per la Lacus spa & Wellness, autentico “rifugio” o “oasi urbana” per il corpo con i suoi 400 metri quadri, dove è possibile apprezzare i benefici delle più antiche tecniche di utilizzo dell’acqua e delle più avanzate tecnologie cosmetiche e fisioterapiche.

Materiali naturali come la pietra, il legno e il marmo favoriscono una profonda ricerca di equilibrio. Il nome “Lacus” si riferisce alla posizione del centro benessere realizzato all’interno di una delle cisterne per l’olio e il vino del vecchio opificio, sulle cui fondamenta è sorto Hotel Monte Sarago.

Dall’Attico Rooftop 225, esclusivo ristorante e lounge bar che svetta sulla terrazza panoramica dell’Hotel Monte Sarago, Ostuni, con la sua piana di ulivi secolari, appare in tutta la sua romantica bellezza. In meno di mezz’ora d’auto si possono raggiungere le spiagge di Torre Guaceto, Costa Merlata, Rosa Marina.

Relax nella Sardegna del nord

In posizione panoramica sul Golfo dell’Asinara, lungo un tratto di mare dal fascino ancora selvaggio, conosciuto come Costa Rossa, l’Hotel Relax Torreruja è un romantico rifugio 4 stelle superior nel Nord della Sardegna. Si trova a Isola Rossa, frazione del comune di Trinità d’Agultu e Vignola, in provincia di Sassari.

A soli 200 metri la “Longa” e la “Nuova”, le due spiagge libere di Isola Rossa, sono un’oasi di relax con la loro sabbia finissima.

A circa 800 metri dall’hotel, la spiaggia di La Marinedda incanta con la sua bellezza selvaggia.

Il paesino di pescatori di Isola Rossa con i suoi indimenticabili tramonti sulla torre è la cornice perfetta per una foto.

Le Suite spaziose ed eleganti, un’offerta enogastronomica che esalta i prodotti locali e i sapori mediterranei, il prestigioso Centro Thalasso & SPA Venere sono i punti di forza di questa struttura per una vacanza all’insegna del relax e del benessere.

Adagiate a pochi passi dal mare, le ville dell’ Hotel Relax Torreruja sono la soluzione ideale per chi desidera una maggiore autonomia e privacy durante la vacanza estiva in Sardegna.

Non rinunciate a un bagno nella grande piscina dell’Hotel riempita con acqua di mare.

Sulla costa nord-occidentale della Sardegna, Alghero fa rima con Villa Las Tronas. Questo hotel a cinque stelle, situato a dieci minuti a piedi dal centro, sembra ergersi dal mare sul promontorio tra Cala Lavatoio, a nord, e Cala Capone a sud.

Il nome Las Tronas - “i pulpiti” - deriva dalla caratteristica forma di alcuni faraglioni che circondano la Villa, una raffinata dimora dove storia e tradizione tessono un’atmosfera magica.

Gli arredi, le strutture, i pavimenti delle 24 camere sono rimasti intatti, conservando l’antica eleganza di questa residenza, per un viaggio indietro nel tempo.

Notizie della stesso argomento
Trovati 6 record
17/07/2024
Concluso il restauro di due opere grazie alla collaborazione fra Gallerie Nazionali di Art...
16/07/2024
Promotica sostiene "Alleanza Cultura" della Fondazione Brescia Musei per un nuovo modello ...
16/07/2024
Fondazione CDP e Fondazione Con il Sud insieme per valorizzare il patrimonio culturale nei...
12/07/2024
Tra piazze e castelli, l’arte non va in vacanza
11/07/2024
Agenzia del Demanio, MIC, MIT, Regione Piemonte e Città di Torino: intesa per il restauro ...
11/07/2024
Banca Ifis e l’arte per tutti, tra tecnologia e valorizzazione
Trovati 6 record
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli