Gruppo Credem: utile del primo trimestre in crescita del 68,9%

- di: Daniele Minuti
 
Il Gruppo Credem chiude il primo trimestre dell'anno con risultati eccellenti: i primi tre mesi del 2023 vedono infatti un utile netto consolidato pari a 134,8 milioni di euro, in crescita di 68,9 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (dopo aver spesato oltre 34 milioni di euro di contributi ai fondi per la gestione degli istituti in difficoltà).

Gruppo Credem: utile del primo trimestre in crescita del 68,9%

Come spiegato nella nota ufficiale, il Gruppo ha proseguito nel suo percorso di sostegno del tessuto economico con prestiti alla clientela che hanno raggiunto quota 33,8 miliardi di euro nel trimestre, salendo del 3,2% su base annua (oltre un miliardo in valore assoluto). Un dato in netta controtendenza rispetto alla media di settore, in calo dello 0,4%.
Il rapporto tra crediti deteriorati netti e impieghi netti si attesta a 0,94%, con un costo del credito annualizzato pari a 5 bps.

Continua a essere alta la solidità del Gruppo Credem, a tutela di tutti gli stakeholder, con un CET1 Ratio del Gruppo Bancario a 15,51% nonostante la rilevante attività di sostegno all’economia e alle necessità della clientela. Il CET1 Ratio di Vigilanza (calcolato sul perimetro di Credemholding) arriva al 13,99% con 643 bps di margine rispetto al livello minimo normativo (comprensivo del requisito addizionale SREP assegnato dalla Banca Centrale Europea) pari a 7,56% per il 2023. Il ROTE annualizzato è al 19%, mentre il ROE annualizzato si attesta a 16,3%.

Nel primo trimestre, il margine di intermediazione si attesta a 475,6 milioni di euro, salendo di 33 punti percentuali su base: all'interno dell'aggregato, il margine finanziario si attesta a 234,8 milioni di euro (in miglioramento dell'82% su base annua), con un margine da servizi che arriva a 240,8 milioni di euro (+5,3%).

Il risultato lordo di gestione si attesta a 265,3 milioni (+68,1%), mentre il risultato operativo si attesta a 240,4 milioni di euro (salito di 80,3 punti percentuali su base annua). L’utile ante imposte si attesta a 199,2 milioni (+72,8%), mentre le imposte sul reddito ammontano a 64,4 milioni (+81,9%).

Angelo Campani, Direttore Generale di Credem (nella foto), ha commentato: "Gli eccellenti risultati che il Gruppo è in grado di generare con costanza e continuità dimostrano che il nostro modello di servizio diversificato e calibrato in base ai bisogni dei clienti, è tra gli elementi chiave per continuare a crescere e generare valore per tutti i portatori di interesse, in un contesto esterno caratterizzato da una perdurante incertezza. Tutto ciò - ha proseguito Campani - è possibile grazie all’impegno ed alla professionalità delle persone che operano nel Gruppo, che rappresentano un patrimonio inestimabile e sui cui continueremo ad investire con decisione. Nei prossimi mesi ci attendono sfide impegnative, ma sono convinto che saremo ancora una volta in grado di affrontarle con sicurezza e serenità per continuare ad essere un riferimento per famiglie, imprese e per la collettività".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli