Banca Ifis è la prima challenger bank italiana ad aderire alla Net-Zero Banking Alliance

- di: Daniele Minuti
 
Banca Ifis è diventata ufficialmente la prima challenger bank italiana ad aderire all'iniziativa Net-Zero Banking Alliance promossa dalle Nazioni Unite e finalizzata a sostenere la transizione dell'intero settore bancario mondiale verso la sostenibilità.

Banca Ifis aderisce alla NZBA

La NZBA prevede che gli istituti che accettano di parteciparvi (al momento sono 75) si impegnino ad allineare i rispettivi portafogli di prestiti e investimenti al traguardo dell'azzeramento delle emissioni nette entro il 2050, in linea con gli obiettivi fissati dall'Accordo di Parigi.

Aderendo all'iniziativa, Banca Ifis ha dato il suo impegno per definire obiettivi di tagli di riduzione e darne rendiconto annuale entro 18 mesi, valutare target intermedi al 2030, dare priorità alle aree di impatto con alta intensità di emissioni, pubblicarne il valore e rendere consultabili i progressi. Si tratta di un processo che segue la linea dell'Istituto a favore della transizione sostenibile (come i programmi Ifis4Business e Ifis Green). 

Frederik Geertman, Amministratore Delegato di Banca Ifis (nella foto con il Vicepresidente, Ernesto Fürstenberg Fassio) ha commentato: "Siamo orgogliosi di aderire alla Net-Zero Banking Alliance che ci permetterà di accelerare il raggiungimento dell’obiettivo comune di azzeramento delle emissioni nette entro il 2050. Si tratta di un impegno importante per Banca Ifis, che avviene in piena continuità con le azioni già intraprese dal nostro Istituto sul fronte ambientale. La decisione di aderire fra i primi conferma il ruolo della Banca di acceleratore della transizione sostenibile delle piccole medie imprese che costituiscono il tessuto economico e produttivo del nostro Paese".

Ernesto Fürstenberg Fassio ha aggiunto: "L’adesione alla Net-Zero Banking Alliance si inserisce nella strategia ESG di lungo periodo che la Banca sta implementando nella convinzione che la sostenibilità, in tutte le sue dimensioni, e lo sviluppo del business debbano essere pienamente integrati e complementari. Questa iniziativa rappresenta una ulteriore conferma del nostro impegno concreto nel costruire un’economia più sostenibile e inclusiva".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie