Bce annuncia aumenti nei tassi di interesse

- di: Diego Minuti
 
A luglio la Banca centrale europea effettuerà il suo primo aumento dei tassi di interesse in 11 anni e già ne annuncia un altro per settembre. Lo ha reso noto la Bce oggi, mentre altre banche centrali hanno già adottato questa misura per combattere un'inflazione che sale a ritmi vertiginosi. L'annuncio è stato dato dopo la riunione, ad Amsterdam, del consiglio di politica monetaria.  La mossa sottolinea le preoccupazioni per l'aumento dei prezzi al consumo, a maggio sono cresciuti dell'8,1 %, il balzo più alto dall'inizio delle statistiche nel 1997. La BCE ha lasciato aperta la possibilità di effettuare un aumento più drastico, di mezzo punto percentuale a settembre, piuttosto che il tradizionale aggiustamento di un quarto di punto. Il presidente della Bce, Christine Lagarde, ha detto che gli aumenti annunciati probabilmente potrebbero non essere gli ultimi.

La Federal Reserve statunitense ha alzato di mezzo punto il suo tasso di riferimento il 4 maggio e ha resistito alla prospettiva di aumenti più ampi. La Banca d'Inghilterra ha approvato quattro aumenti dei tassi da dicembre. La prospettiva di rapidi aumenti ha fatto creato tensioni sui mercati azionari, poiché tassi più elevati aumenterebbero i rendimenti delle alternative meno rischiose alle azioni. Gli aumenti dei tassi in Europa sono anche complicati dall'indebolimento delle prospettive di crescita poiché la guerra della Russia in Ucraina invia onde d'urto all'economia, in particolare a causa dell'aumento dei prezzi dell'energia. Tassi più elevati possono rendere il credito più costoso per le imprese. La banca ha affermato in una dichiarazione politica, tuttavia, che il percorso degli aumenti sarebbe "graduale ma sostenuto". Oggi la Bce ha ridotto la sua proiezione di crescita per quest'anno dal 3,7% al 2,8%. Ha quindi alzato le prospettive per l'inflazione, affermando che gli aumenti dei prezzi dovrebbero essere in media del 6,8% quest'anno, superiori al 5,1% nelle sue previsioni di marzo. Ha anche aumentato la previsione cruciale per il 2024, al 2,1% dall'1,9%.  Dopo l'annuncio delle Bce, il tasso di cambio dell'euro con il dollaro è balzato di quasi mezzo centesimo, a 1,076 dollari. 
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli