Uguaglianza di genere: Italia penultima tra i Paesi del G7, prima la Germania

- di: Redazione
 
Nel G7 dell'uguaglianza di genere, è la Germania a classificarsi alla testa del gruppo, collocandosi all'undicesimo posto della graduatoria (che vede, ancora una volta, l'Islanda al primo posto assoluto) stilata, come ogni anno, dal World Economic Forum.
Restando al G7, dopo la Germania c'è la Francia (che si trova al 16esimo posto), poi la Gran Bretagna (23esimo posto), il Canada (24esimo posto) e gli Stati Uniti (30esimoposto) e poi, a distanza l'Italia (63esimo posto). La maglia nera, sempre in ambito G7, tocca al Giappone, che sul gruppo delle nazioni valutate composto da 156 paesi, galleggia in coda al 121esimoposto, guadagnando solo una posizione rispetto allo scorso anno.

Lo studio prende in esame quattro grandi categorie di partecipazione e opportunità economiche (emancipazione politica, livello di istruzione, salute e aspettative di vita).
Con il 100% che rappresenta la parità di genere completa, a ogni nazione è stata assegnata una valutazione su quanto sia vicina al raggiungimento dell'uguaglianza.
Secondo l'analisi del World Economic Forum, la pandemia di coronavirus ha allontanato in tutto il mondo il traguardo dell'uguaglianza di genere poiché i luoghi di lavoro in cui predominano le donne sono stati colpiti in modo più negativo, elevando i relativi tassi di disoccupazione.

Lo studio ha concluso che ci vorrebbero circa 136 anni (un aumento di addirittura 36 anni rispetto alla stima fatta in precedenza) per raggiungere l'uguaglianza di genere in tutto il mondo.
Le nazioni del Nord Europa ancora una volta hanno hanno dominato la classifica. Dopo l'Islanda, che per la dodicesima volta consecutiva si trova nella prima posizione con un punteggio dell'89,2%, seguono la Finlandia (86,1%), seguita dalla Norvegia (84,9%) e la Svezia, al quinto posto, (82,3%).
Il Magazine
Italia Informa - N°1 Gennaio-Febbraio 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie