Poste Italiane presenta il Piano Strategico 2024-2028: obiettivo utile netto a 2,3 miliardi

- di: Redazione
 
Poste Italiane guarda al futuro: il Gruppo ha annunciato il nuovo piano strategico quinquennale “2024 – 2028 Strategic Plan – The connecting platform”, approvato dal Consiglio di Amministrazione (che contestualmente ha esaminato e approvato anche la Relazione Finanziaria Annuale per il 2023)-

Poste Italiane presenta il Piano Strategico 2024-2028

Con il piano, Poste Italiane mette al centro della sua evoluzione un nuovo modello di servizio commerciale, con l'obiettivo di massimizzare il valore della piattaforma (con copertura dei clienti retail ottimizzata e supportata da soluzioni digitali, trasformazione dell'ufficio postale e un focus rinnovato sul segmento della clientela costituito da PMI). A questo si affianca una strategia di trasformazione logistica, con costruzione di una rete tecnologica innovativa, sviluppo di una JV nel settore immobiliare e l'uso della tecnologia per migliorare l'efficienza operativa e l'esperienza degli utenti.
Importante il ruolo della SuperApp, che andrà a incorporare il nuovo wallet per i pagamenti, diventando un punto d'accesso unico all'ecosistema di Poste Italiane.

Il tutto senza perdere di vista l'importanza della crescita sostenibile, spinta dalla trasformazione tecnologica, con un processo di razionalizzazione dei costi e continui investimenti su formazione e sviluppo, un contributo concreto alla coesione socio-economica del Paese e di taglio del gap digitale grazie al progetto "Polis".

Si prosegue inoltre verso il target della carbon neutrality al 2030, con l'obiettivo di aumentare la produzione di energia rinnovabile di 40GWh entro il 2026, grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici per una superficie totale di 150.000 mq.

Per quanto riguarda i dati finanziari, i ricavi di gruppo si attestano a 13,5 miliardi di euro nel 2028 (+3%), mentre il risultato positivo dale di circa 4 punti percentuali fino a 3,2 miliardi di euro. L'obiettivo dell'utile netto è pari a 2,3 miliardi di euro nel 2028 (+4%)

Le Attività Finanziarie Investite dei clienti crescono fino a 624 miliardi nel 2028 (pari a 581 miliardi nel 2023), supportate da una gestione proattiva del portafoglio dei clienti e da una gamma rinnovata dei prodotti del Risparmio Postale, nonché da un coverage specialistico dei clienti Affluent+ oltre l'80%.

La Posizione finanziaria netta in Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione si attesta a -0,8 miliardi nel 2028, con un miglioramento della generazione di cassa sottostante.

Capitolo dividendi: da un dividendo proposto per azione pari a 0,80 euro nel 2023 a non meno di 1 euro (DPS) a partire dal 2026, che cresce dal 2023 del 7% annuo con almeno il 65% di pay-out ratio previsto in arco piano. Il remittance ratio di Poste Vita si attesta al 100% dal 2024, fornendo ulteriore flessibilità. La copertura del dividendo pari ad oltre 1,5 volte il suo importo nell’arco di piano, fornisce ulteriore flessibilità finanziaria.

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane (nella foto), ha dichiarato: "Il percorso di trasformazione di Poste Italiane è iniziato nel 2017 con il primo piano strategico e una semplice ambizione: massimizzare il valore per i nostri clienti e diventare la rete di distribuzione più efficace e affidabile d’Italia. Siamo, tuttavia, andati oltre e ci siamo affermati come la più grande piattaforma phygital in Italia, basandoci sull'integrazione di molteplici punti di contatto e creando un ecosistema omnicanale, nel quale tutte le componenti della piattaforma si completano vicendevolmente. Abbiamo investito sul digitale, sui dati e sui nostri business, mettendo al centro la nostra ampia base clienti. Con questo nuovo piano strategico stiamo rimodellando il nostro business, per cogliere una crescita sostanziale: con il Nuovo Modello di Servizio Commerciale progettato per ottimizzare il valore della nostra piattaforma, e con la trasformazione logistica, che fa evolvere il nostro modello in una rete all’avanguardia, preservando la sostenibilità finanziaria del business della corrispondenza e dei pacchi. Nei Servizi Finanziari, svilupperemo ulteriormente la segmentazione della nostra clientela affidandola a consulenti finanziari specializzati; riusciremo così a coprire al meglio tutte le esigenze, adattando la nostra rete ai clienti invece di chiedere a loro di adattarsi a noi. Nei Servizi Assicurativi, il nostro focus è mantenere una crescita costante nel settore Investimenti e sfruttare la crescente domanda e la bassa penetrazione della Protezione nel mercato italiano. I Servizi Postepay hanno raggiunto l’obiettivo di creare un ecosistema di pagamenti open, centrato sui pagamenti digitali a cui si sono aggiunti servizi per la casa e la famiglia, come fibra ed energia, sfruttando la piattaforma omnicanale di Poste Italiane. L'introduzione della SuperApp, con il digital payment wallet al suo centro, e l'evoluzione costante delle nostre proprietà digitali creeranno più valore per i clienti, consentendo loro di scegliere l'esperienza omnicanale preferita e aumentare la nostra redditività. Tutto questo si basa su una maggiore rilevanza dei nostri canali digitali, che è il risultato di importanti investimenti tecnologici effettuati per favorire un concreto approccio omnicanale della piattaforma che abbiamo sviluppato. La nuova SuperApp è la punta dell'iceberg di questa evoluzione tecnologica, che consente l'integrazione del business e conferma il ruolo di Poste Italiane come “Platform Company”. In termini finanziari, i ricavi cresceranno fino a € 13,5 miliardi entro il 2028 e il Risultato Operativo (EBIT) raggiungerà € 3,2 miliardi, registrando un tasso di crescita annuale di circa il 4%. Allo stesso modo, l’utile netto si attesterà a € 2,3 miliardi nel 2028. Grazie alla generazione solida e sostenibile di cassa e capitale, stiamo cambiando l’approccio alla politica dei dividendi, rivedendola al rialzo, con l’impegno a conseguire un payout ratio pari ad almeno il 65% in arco piano e l’obiettivo di distribuire almeno € 1,0 per azione a partire dal 2026 e almeno € 6,5 miliardi di dividendi cumulati in arco piano. Tutto ciò non sarà possibile senza i nostri colleghi, veri attori di trasformazione del piano, come del resto sono sempre stati. Continueremo a conseguire rendimenti sostenibili, di lungo termine per i nostri azionisti, incontrando al contempo le esigenze degli stakeholder più ampi. Poste Italiane è ormai un pilastro strategico solido, affidabile ed efficace per l'Italia".
Notizie della stesso argomento
Trovati 78 record
Pagina
1
24/07/2024
Immobiliare, tasso di sforzo: "Per l’affitto è passato dal 27,5% al 30,1% nell’ultimo anno...
24/07/2024
Re/Max Italia: partnership con Tecma Solutions
24/07/2024
Unitirreno-Sparkle: accordo per l'uso di Genova Landing Platform
24/07/2024
Alstom: contratto per fornitura e manutenzione di 90 treni pendolari per la S-Bahn di Colo...
24/07/2024
CRIF: "Prestiti: nel primo semestre 2024 cala la domanda, sale l'importo richiesto"
24/07/2024
CIDA e Valore D: protocollo di intesa per promuovere cultura e leadership inclusiva
Trovati 78 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli