MIM-ACEA: accordo per promuovere l’uso consapevole delle risorse idriche

- di: Redazione
 
Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, e l’Amministratore delegato e Direttore generale di ACEA, Fabrizio Palermo, hanno oggi siglato un Protocollo d'Intesa della durata di 3 anni che ha l'obiettivo di promuovere attività in istituti primari e secondari di I grado per l'educazione a un uso corretto e responsabile delle risorse idriche.

MIM-ACEA: accordo per promuovere l’uso consapevole delle risorse idriche

Il progetto educativo punta a formare e informare sui valori della salvaguardia e dell’uso consapevole dell’acqua, approfondendo tematiche legate al ciclo idrico, all'uso negli ambiti di industria e agricoltura, all'approvvigionamento e al riuso, alle infrastrutture, all'applicazione di tecnologia e IA.

Il tutto completato da test interattivi, materiali video e fotografici per gli studenti, con ACEA che fornirà le sue competenze sviluppate in oltre 20 anni di lavoro con studenti e insegnanti di Roma.

Il Ministro Valditara ha commentato: "L’acqua è essenziale per la sicurezza alimentare e la tutela dell’ecosistema. Vogliamo partire dalle scuole per affermare l’importanza di questa risorsa fondamentale affinché i ragazzi si abituino a farne un uso consapevole e oculato. Avere cura delle risorse naturali è un tassello fondamentale dell’educazione civica e ringrazio ACEA per il suo decisivo apporto a questo progetto".

Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato e Direttore Generale di ACEA, ha dichiarato: "ACEA si impegna nello sviluppo di un progetto che considera di grande valore poiché contribuisce a sensibilizzare le nuove generazioni sui temi della sostenibilità ambientale, della tutela e del corretto utilizzo della risorsa idrica. L’accordo costituisce una novità in ambito europeo poiché vede un’azienda come ACEA, primo operatore idrico nazionale, porre la propria esperienza al servizio dell’azione educativa del Ministero dell’Istruzione e del Merito. L’iniziativa di oggi conferma anche l’impegno che ACEA ha assunto con l’introduzione della Carta della Persona, che mette al centro il cittadino come destinatario dei servizi pubblici essenziali. È necessario un maggior coinvolgimento dei giovani per affermare la cultura dell’uso sostenibile dell’acqua affinché, adottando stili di vita rispettosi, si possa incidere sul cambiamento climatico, formando i cittadini di domani".
Il Magazine
Italia Informa n° 1 - Gennaio/Febbraio 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli