LVenture Group presenta le startup accelerate dalla 19esima edizione di Luiss Enlabs

- di: Redazione
 
Un 2021 da record per il venture capital a livello mondiale ed europeo, con investimenti che nel vecchio continente si accingono a superare i 120 miliardi di dollari secondo le ultime stime del report State of European Tech, rilasciato a inizio dicembre da Atomico. Una crescita significativa che ha riguardato anche l’Italia, seppur con una velocità diversa, con investimenti che per la prima volta arriveranno a superare il miliardo di euro.
«Il Venture Capital è l’asset class del momento. Gli investimenti stanno crescendo significativamente anche in Italia e supereranno il miliardo di euro a fine anno. Pensiamo che questo trend consolidato e di lungo periodo sia destinato a crescere ulteriormente nel 2022, con importante creazione di valore. L’investimento nelle startup italiane è oggi una grande opportunità, potendo contare su valori di arbitraggio nelle valutazioni che consentono maggiori ritorni. I recenti provvedimenti normativi, dalla defiscalizzazione del capital gain, agli ulteriori 2 miliardi di euro destinati a rafforzare le attività di CDP Venture Capital, dimostrano che l’Italia sta riconoscendo il ruolo del VC come abilitatore di innovazione, competitività e creazione di valore dell’intero sistema economico e sociale», commenta Luigi Capello, CEO di LVenture Group, in occasione dell’ultimo Demo Day della società, l’evento conclusivo del suo Programma di Accelerazione LUISS EnLabs dedicato alla presentazione degli ultimi investimenti della holding.

LVenture alla 19esima edizione di Luiss Enlabs

LUISS EnLabs, il Programma di Accelerazione di LVenture Group nato da una joint venture con l’Università Luiss e supportato dai partner Accenture, Facebook e Sara Assicurazioni è giunto alla sua XIXª edizione. Dal 2013 ad oggi ha accelerato più di 130 startup che hanno creato oltre 1.800 nuovi posti di lavoro. Le partecipate di LVenture Group hanno raccolto 115 milioni di euro, di cui 22 milioni di euro investiti direttamente dalla società.

«Gli investimenti nelle fasi iniziali creano l’impresa del futuro, con l’opportunità di importanti ritorni. Le startup italiane possono oggi contare su un mercato che sta crescendo, grazie a una platea sempre più ampia di investitori, per accelerare il loro processo di valorizzazione», spiega Luigi Capello.
Le nove startup lanciate a fine novembre operano nei trend di mercato del momento, come ad esempio quello dei Non Fungible Token (NFT), o degli assistenti vocali nel campo dell’automazione industriale, fino alle soluzioni “low code” per lo sviluppo delle app e al “social shopping”, con attenzione alla sostenibilità.
«Siamo molto soddisfatti della crescita delle ultime startup accelerate. I risultati che hanno raggiunto sul mercato, assieme ai capitali che alcune di loro hanno già raccolto - anche da Fondi internazionali - con l’ingresso nel nostro Programma, dimostrano il loro potenziale. Proseguiremo il nostro lavoro a fianco dei Founder, supportandoli a 360° con l’approccio che ci contraddistingue per accompagnarli verso il successo» ha affermato Giulio Montoli, Head of Acceleration and Pre-Seed di LVenture Group.

Le ultime startup accelerate sono:
Candle Street, piattaforma che consente di creare e acquistare candele profumate personalizzate, ricevendole direttamente a casa in un packaging sostenibile;
Cyclando, piattaforma per la vendita online di viaggi cicloturistici che consente di cercare, comparare e prenotare i migliori tour in biciletta in tutta Europa;
Enzers, servizio online in abbonamento per l’acquisto di pastiglie detergenti per la pulizia della casa che eliminano l’utilizzo di plastiche e microplastiche monouso;
Indaco, marketplace app per l’acquisto di prodotti beauty attraverso un’esperienza interattiva di “social shopping”, grazie a dirette in live streaming e live chat;
Reasoned Art, galleria di criptoarte che certifica la compravendita di arte digitale tramite NFT e tecnologia blockchain, combinando mostre online a eventi fisici;
Screevo, assistente vocale per l’Industria 4.0 e l’automazione industriale che abilita il controllo tramite voce dei macchinari e dei sistemi software;
Teta, app che permette ad aziende e freelance di creare nuove app in maniera semplice e cooperativa, risparmiando tempi e costi di produzione;
We4Guest, SaaS per il settore dell’ospitalità che consente agli hotel di gestire tutte le attività di marketing con un unico software, migliorando i processi e riducendo i costi;
Yuppi, piattaforma che consente alle aziende di pubblicare articoli di content marketing sulle testate e sui blog online più adatti.

Vogliamo continuare ad investire nelle startup early-stage e sostenerle nel processo di crescita grazie ai nostri Programmi di Accelerazione, nel digitale seguendo i nuovi trend tecnologici, nel clean tech e in altri settori verticali, conclude Luigi Capello, CEO di LVenture Group.

Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie