Intelligenza artificiale, Tango guida la rivoluzione

- di: Barbara Leone
 
Sviluppare un’intelligenza artificiale di nuova generazione, capace di rispettare la libertà di scelta delle persone e di condividerne valori e orientamento. Una intelligenza artificiale che non sia più percepita come una minaccia, ma come un’opportunità e come uno strumento di supporto alle decisioni da prendere. Una macchina, insomma, che lavori in sinergia con uomini e donne senza sostituirsi a loro. E’ questo l'obiettivo del progetto Tango, coordinato dall'Università di Trento e che vede coinvolti ben 21 partner tra università, centri di ricerca e imprese di nove Paesi europei. Il progetto Tango, selezionato nei giorni scorsi dalla commissione europea per essere finanziato nel programma Horizon Europe e in partenza il prossimo autunno, ha l’obiettivo di rafforzare la leadership dell’Europa nella “human-centric AI” ovvero nei sistemi di intelligenza artificiale che mettono al centro la persona.

Intelligenza artificiale, Tango guida la rivoluzione

La transizione a questa nuova generazione di intelligenza artificiale richiede una rivoluzione di approccio, di ripensare sia le basi teoriche, sia gli approcci computazionali. Ed è per questo che i 21 partner del consorzio di Tango hanno unito le loro forze. “Bisogna essere in due per ballare il tango. La nostra prospettiva è che una profonda comprensione reciproca tra persona e macchina sia essenziale per lo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale veramente efficaci e innovativi in grado di espandere le capacità di ragionamento e di presa di decisione delle persone”, afferma il coordinatore del progetto Andrea Passerini, professore al Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’informazione dell’Università di Trento.

Il team di Tango sostiene che, per fruire delle potenzialità dell’intelligenza artificiale nel migliorare i processi decisionali in scenari ad alto rischio, è necessario ripensare fin dalle basi teoriche il modo in cui i sistemi sono concepiti. Le persone dovrebbero superare le diffidenze, ritenere le previsioni affidabili e i sistemi capaci di comprendere le loro esigenze e di dare loro garanzie di un reale supporto nelle decisioni da assumere. In una sorta di simbiosi tra persona e macchina. L’impatto sulle persone e sulla società del nuovo modello elaborato da Tango sarà valutato su alcuni casi di vita reale. Dall’ambito ospedaliero con applicazioni dedicate a donne durante la gravidanza e dopo il parto e a équipe chirurgiche nelle decisioni da prendere durante tutto l’iter pre-, intra- e post-operatorio. A quello bancario con servizi alle persone che operano nel sistema dei prestiti e del credito. Alla sfera delle politiche pubbliche e, in particolare, di chi si occupa di progettazione di incentivi e di allocazione di fondi. L’eventuale successo di questi casi di studio favorirà l'adozione di Tango come quadro di riferimento per lo sviluppo di una nuova generazione di sistemi di IA sinergici e rafforzerà la leadership dell'Europa nell'IA incentrata sulla persona.

Notizie della stesso argomento
Trovati 14 record
Pagina
1
14/06/2024
PTA Group e Nhood, inaugurata a Merlata Bloom Milano la torre ledwall più grande d’Italia
14/06/2024
ICE-Agenzia celebra il fintech italiano a Money20/20 Europe
14/06/2024
Assoretipmi: il 20 giugno il meeting "Reti, Innovazione, Sostenibilità & Networking"
14/06/2024
G7, Gruppo ASPI: presentate le tecnologie per la mobilità del futuro
13/06/2024
AI generativa, le soluzioni NVIDIA protagoniste all'evento di SMACT e beanTech
13/06/2024
Open Fiber: avviati i lavori per la posa della fibra ottica in Parabiago
Trovati 14 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli