Enel X e Autoguidovie lanciano il primo progetto bus as a service in Italia

- di: Daniele Minuti
 
Enel X e Gruppo Autoguidovie hanno annunciato una collaborazione finalizzata a rendere il trasporto pubblico della città di Torino sempre più ecosostenibile: la businee line del Gruppo Enel e l'azienda Cavourese lavoreranno per elettrificare parte della flotta di bus della città piemontese, dopo che Autoguidovie si è  aggiudicata il Lotto 2 della gara di subaffido indetta da Gruppo Torinese Trasporti e ha scelto Enel X come partner strategico.

Enel X e Autoguidovie lanciano il primo progetto bus as a service in Italia

Si tratta del primo progetto italiano di Bus as a Service (soluzione per l'elettrificazione del trasporto pubblico ideata da Enel X) in Italia: con essa i clienti pagheranno la "distanza elettrica" necessaria per coprire la tratta necessaria, in modo da garantire sempre un'erogazione sostenibile del servizio, modello che prevede sia dotazione che manutenzione dei mezzi, colonne di ricarica, software di sicurezza e deposito.

Francesco Venturini, Responsabile di Enel X (nella foto), ha commentato: "Elettrificare il trasporto pubblico locale non significa solo sostituire un mezzo termico con un mezzo elettrico, ma è un’occasione per ridisegnare la mobilità delle nostre città in una logica più smart e sostenibile. Oggi Enel X compie un passo molto importante portando in Italia il modello “bus as a service”, la soluzione che offre ai partner e alle amministrazioni l’intera gamma di servizi innovativi per elettrificare il parco mezzi del trasporto locale. Partiamo da Torino, una delle più importanti e moderne città del Paese, che grazie al nostro aiuto metterà a disposizione dei cittadini nuovi bus elettrici che garantiscono ottime prestazioni, sono efficienti e rispettano l’ambiente”.

Giovanni Tresoldi, Amministratore delegato di Cavourese, ha aggiunto: "Cavourese è una realtà storica del Piemonte che da sempre si contraddistingue per la spinta verso l’innovazione e la sostenibilità. L’aggiudicazione di questa importante gara sottolinea, non solo la bontà del nostro progetto, ma anche l’urgenza di puntare su un trasporto pubblico a impatto zero, vero volano per l’economia dei territori. Siamo convinti che il nostro servizio avrà da subito un impatto positivo non solo sul piano ambientale, ma su quelli economico e occupazionale creando le competenze tecniche che caratterizzeranno il comparto già nel prossimo futuro".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli