Confartigianato: "In ritardo il lavoro indipendente. Tasso di occupazione al top in provincia di Bolzano, Firenze, Bologna, Parma, Modena e Cuneo"

- di: Barbara Leone
 
In vista della Festa del lavoro, alcune evidenze statistiche sottolineano la ripresa del mercato del lavoro. A fare il punto della situazione l’ultima analisi dell’Ufficio Studi di Confartigianato che evidenzia come a febbraio 2023 l’aumento degli occupati (+352mila in 12 mesi) si sia consolidato notevolmente sostenuto dalla componente del lavoro dipendente permanente (+515mila). Al centro di questa ripresa si collocano le micro e piccole imprese (Mpi), un segmento a cui si riferisce meno della metà (48,9%) dei dipendenti ma che determina i due terzi (65,9%) delle entrate di lavoratori previste nel trimestre aprile-giugno 2023. Vi è invece un sensibile ritardo nel recupero del lavoro indipendente, il segmento che ha maggiormente sofferta nella pandemia, che a febbraio 2023 registra 195 mila occupati in meno (-3,8%) rispetto a febbraio 2020, prima dello scoppio della pandemia.

Confartigianato: "In ritardo il lavoro indipendente"

L’evoluzione dell’occupazione totale e di quella indipendente è esaminata dall’Osservatorio Mpi di Confartigianato Lombardia nel 24° report ‘Primavera 2023: tendenze, cambiamenti e incertezze’, presentato nei giorni scorsi . Un’ulteriore evidenza in chiave territoriale delinea nel 2022 il completo recupero del tasso di occupazione pre pandemia in media nazionale, fenomeno diffuso in 18 regioni, 72 province e in 6 dei 13 grandi comuni. Tra le regioni, valutando il livello del tasso di occupazione nel 2022 e la sua evoluzione rispetto all’anno pre pandemia, dietro a Trentino Alto-Adige (71,8%), si colloca la Valle d’Aosta (69,8%) che sale di 2 posizioni rispetto al 2019 e l’Emilia Romagna (69,7%), che perde una posizione; la Toscana con un tasso del 68,6% sale al 4° posto, guadagnando 2 posizioni. Si osservano recuperi rispetto al livello del 2019 più marcati, e superiori alla media nazionale di +1,1 punti, per Puglia con +3,1 punti, Basilicata con +2,4 punti, Campania con +2,0 punti, Marche e Friuli-Venezia Giulia con +1,9 punti, Toscana con +1,8 punti, Calabria con +1,6%, Valle d’Aosta con +1,5 punti e Sicilia con +1,4% e Sardegna con +1,2 punti.

Tra le province, dietro a Bolzano che presenta un rapporto tra occupati e popolazione 15-64 anni del 74,1%, si posiziona Firenze che sale al 2° posto con il 71,9%, superando Bologna che con 71,6% scende al 3° posto. Balza al 4° posto Parma, scalando 12 posizioni (era 16° nel 2019) mentre al 5° troviamo Modena (era 9° nel 2019) e al 6° Cuneo (era 12° nel 2019). Una più ampia differenza tra le quota di occupati sulla popolazione del 2022 rispetto a quella del 2019 si registra per Frosinone che recupera 8,0 punti del tasso di occupazione, Benevento con +7,8 punti, Brindisi con +6,7 punti, Enna, Lecce e Lucca con +5,6 punti, Vibo Valentia con +5,4 punti, Barletta-Andria-Trani con +4,1 punti, Viterbo con +3,9 punti, Pesaro e Urbino, Genova, Foggia con +3,8 punti, Messina con +3,7 punti, Ascoli Piceno con +3,6 punti e Udine con +3,5 punti. Nel complesso di 13 grandi comuni, rappresentativi del 16,0% dell’occupazione nazionale, i tassi di occupazione più elevati si osservano per Bologna con 73,0% che nel 2022 supera Milano (72,4%); seguono Firenze con 71,9%, Verona con 70,7% e Venezia con 70,6%. Nel complesso, anche i 13 grandi comuni registrano un recupero (+0,4 punti) del livello pre crisi del tasso di occupazione. Il differenziale del tasso tra 2022 e 2019 è più ampio per Messina con +4,7 punti, Venezia con +3,3 punti, Genova con +3,1 punti, Palermo con +2,0 punti, Bari con +1,4 punti e Napoli con +0,3 punti.
Notizie della stesso argomento
Trovati 5 record
20/06/2024
Unioncamere-Almalaurea: "Difficile "trovare" un laureato su due"
20/06/2024
TLC: Asstel e ELIS insieme per formazione e inserimento dei giovani
19/06/2024
Nel 2023 creati 445mila posti di lavoro in più rispetto al 2022 (+3,5%)
14/06/2024
Carrefour Italia ottiene la certificazione per la Parità di Genere da Bureau Veritas
14/06/2024
Intesa Sanpaolo: accordo coi sindacati per estendere la sperimentazione su smart working e...
Trovati 5 record
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli