Bancomat, FSI entra nel capitale con 100 milioni come socio di maggioranza

- di: Barbara Bizzarri
 
Il Fondo Fsi entra nel capitale di Bancomat con un investimento fino a 100 milioni di euro: l'accordo è stato sottoscritto con Intesa Sanpaolo, Iccrea Banca, Banco Bpm, Bper e Bancomat. L'operazione si concretizzerà tramite un aumento di capitale riservato, che porterà Fsi ad avere una quota di maggioranza relativa al fianco delle banche. La partnership, oltre alle banche sottoscrittrici, è aperta all'adesione anche di altri clienti attuali e futuri di Bancomat, che potranno quindi partecipare alla governance e alla creazione di valore della società.

Bancomat, FSI entra nel capitale con 100 milioni come socio di maggioranza

L’investimento di FSI è funzionale allo sviluppo e alla crescita di Bancomat come infrastruttura centrale per il mercato dei pagamenti digitali e azienda di mercato dinamica e innovativa.

Il Contratto prevede l’adozione di un modello societario snello e orientato al servizio e al cliente. Con circa 32 milioni di carte abilitate in circolazione e 2,8 miliardi di transazioni gestite all’anno, Bancomat rappresenta il principale circuito di pagamento e prelievo in Italia e il terzo circuito domestico per numero di carte gestite in Europa.

Il progetto industriale condiviso tra le parti ha anche l’obiettivo di supportare Bancomat nel rafforzare il proprio ruolo di infrastruttura chiave dei pagamenti del Paese, grazie anche al contributo ed alla consolidata expertise europea di Nexi come partner strategico per la realizzazione e la crescita del Centro Applicativo del Circuito.

L’accordo vedrà implementare le seguenti linee di sviluppo: Innovazione, con rafforzamento dell’offerta prodotti e servizi, a partire da online e wallet; Nuova architettura tecnologica, in grado di aumentare efficienza e velocità di esecuzione di nuovi progetti; Sviluppo di servizi a valore aggiunto (VAS) per i clienti banche e gli utenti finali, anche in segmenti adiacenti e sinergici; M&A, tramite acquisizioni di aziende con competenze specifiche.

Bancomat, inoltre, tramite la partnership e il forte riconoscimento del proprio marchio, intende perseguire i seguenti obiettivi istituzionali, allineandosi ai maggiori circuiti europei: Accelerare lo sviluppo dei pagamenti digitali; Fornire servizi di pagamento ai costi più competitivi per le banche clienti e gli esercenti; Continuare a investire in sicurezza dei servizi e dei dati; Partecipare al consolidamento europeo.

 Bancomat e le banche sottoscrittrici sono state assistite da Mediobanca, Studio Legale Gattai, Minoli, Partners, Join Business Management Consulting, PwC Strategy& e dal legale Salvatore Maccarone. Fsi è stata assistita da WePartner, Studio Legale Pedersoli, Kpmg, Studio Biscozzi Nobili Piazza e Cmc Labs.

Notizie della stesso argomento
Trovati 81 record
Pagina
1
19/07/2024
Rapporto 2024 “Italian Maritime Economy”: SRM presenta i nuovi scenari competitivi
19/07/2024
Leonardo: rinnovata la Certificazione del Sistema Anticorruzione
19/07/2024
IEG: al via cantiere per due strutture temporanee alla Fiera di Rimini
19/07/2024
Hera celebra i dieci anni di AcegasApsAmga: una storia di futuro per il Nordest
19/07/2024
Case in vendita in calo in Italia: Roma -10%, Milano in controtendenza con +3%
19/07/2024
Rapporto SIAE, Pasca (SILB-FIPE): “Settore sale da ballo in ripresa, ma serve trovare nuov...
Trovati 81 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli