Nasce Range Rover Academy, il nuovo capitolo del progetto “Leader by Example” con il Politecnico di Torino

- di: Barbara Leone
 
Formare i protagonisti chiave del domani, supportando lo sviluppo di figure capaci di affrontare la complessità degli scenari globali. E’ questa l’ultima sfida targata Range Rover, che dalla prima generazione del 1970 ha definito un nuovo segmento, quello del fuoristrada di lusso, di cui è diventata e rimasta leader di riferimento indiscussa: una leadership autentica, che non scaturisce solo dalla qualità ed esclusività del prodotto, ma, soprattutto, dai valori che esprime. E’ indubbio che Range Rover è l’auto che ha aperto la strada del cambiamento, ha ispirato e creato seguaci, rimanendo sempre la fuoriclasse, ammirata ed imitata da tutti. Restando fedele alle sue origini, e sempre protagonista di successive evoluzioni e perfezionamenti, esprime al meglio l’essenza del Modern Luxury del brand, guidato da design e sostenibilità. La declinazione creativa dei valori intrinseci di leadership di Range Rover incontra il  Politecnico di Torino con la sua offerta internazionale di corsi di laurea nell’ambito della sostenibilità, del design e dell’innovazione nel progetto “Leader by Example”, un percorso narrativo e non solo, in cui cinque leader dei nostri giorni, cinque eccellenze nei loro ambiti professionali, esprimono, in un pentagono valoriale,  l’elemento di affinità con la vettura, che più li rappresenta: Ettore Bocchia, Leader by Emotion, Camilla Lunelli, Leader by Networking, Alberto Galassi, Leader by Attitude, Stefano Seletti, Leader by Vision e Michele Pontecorvo, Leader by Determination, si rivelano attraverso le proprie esperienze.

Nasce Range Rover Academy

Nel percorso formativo saranno coinvolti studenti del Politecnico iscritti ai corsi di laurea in Design e comunicazione visiva e Design sistemico. Attraverso workshop e attività di team, in cui il tema della cultura sostenibile sarà sempre presente, gli studenti avranno l’opportunità di dialogare con i cinque Leader, aperti al confronto su come la visione della leadership contemporanea possa cambiare la prospettiva e ricondurre ad un recupero di valori etici ed estetici nelle proprie esperienze professionali. “Sono davvero molto soddisfatto della collaborazione con il Politecnico di Torino, nostro partner in questo progetto valoriale a cui, personalmente, tengo molto – ha commentato Marco Santucci, Ceo Jaguar Land Rover Italia -. Il nostro desiderio è quello di delineare, insieme agli  studenti coinvolti, i tratti del leader di domani, di chi saprà affrontare le nuove sfide con un approccio nuovo, che definirei gentile, distinto da una forte connotazione  etica e sostenibile, qualunque sia il campo professionale di appartenenza”. “Sono certo - ha aggiunto Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino -  che questa iniziativa aprirà la strada a nuove e interessanti collaborazioni con Jaguar Land Rover Italia, soprattutto nell’ambito della didattica innovativa su cui l’Ateneo sta investendo molto. Possiamo vantare un know how unico in Italia nei settori dell’automotive e del design, e ciò ci permetterà di raggiungere insieme importanti risultati ed offrire ai nostri studenti nuove ed interessanti opportunità professionali”. I cinque Leader hanno accolto con slancio la sfida, e già dalla prima fase del progetto, hanno accettato con entusiasmo di mettersi in gioco, raccontando, con naturalezza ed autenticità, come la leadership sia stata determinante nella realizzazione dei loro obiettivi, nella capacità di superare con coraggio limiti e barriere, nel saper essere precursori. Ed oggi, la fase culminante di questo ambizioso progetto visionario, prende finalmente forma dando vita alla Range Rover Academy, il punto di arrivo e, certamente, l’elemento di maggior valore del progetto Leader by Example. Inizia infatti un percorso didattico in cui i cinque leader si apriranno al dialogo e al confronto con le nuove generazioni, con studenti universitari, che potranno essere i leader di domani, capaci di contribuire ad un futuro migliore. Leader, infatti, è chi attraverso comportamenti unici, distintivi crea seguaci nel tempo e genera i presupposti per scrivere le pagine del futuro rispettando la tradizione e facendo vivere con passione il presente. Significa avere il coraggio di osare, di accogliere le sfide senza timore, riflettendo un approccio mentale che non cavalca i cambiamenti, bensì li genera. In questo percorso, gli studenti sono l’elemento focale, il potenziale da sviluppare, le beautiful mind del futuro, capaci di influenzare i cambiamenti positivi, attraverso l’esempio del proprio modello di comportamento, nella vita professionale e personale.

L’obiettivo di Jaguar Land Rover Italia è quello di riconoscerle e supportarle, portando gli studenti più meritevoli a bordo di un progetto formativo-lavorativo in cui avranno la possibilità di fare sia un’esperienza nazionale che internazionale, per contribuire a delineare il volto futuro dell’azienda, declinando i valori etici della leadership, all’interno di un avanzato modello di business.  La convinta attenzione di Jaguar Land Rover Italia al mondo dei giovani, già espressa attraverso precedenti iniziative a loro rivolte, trova nella Range Rover Academy la più concreta realizzazione di un obiettivo di grande rilevanza all’interno dei propri programmi. Ma chi sono i Leader by Example? Innanzitutto Ettore Bocchia, Leader by Emotion, per la capacità di creare e trasmettere emozioni e far nascere la passione in tutti i suoi seguaci. Dal 1993 al Grand Hotel Villa Serbelloni di Bellagio, Ettore Bocchia è Executive Chef dei due ristoranti Mistral e La Goletta. Nel 2002, grazie agli studi fatti in collaborazione con il fisico Davide Cassi, ha creato il primo menù italiano di cucina molecolare. Ha ottenuto la sua prima stella Michelin nel 2004. La sua cucina si evolve nella continua ricerca dell’eccellenza e del benessere. Ha portato al livello di arte la capacità di elaborare e perfezionare emozioni, fino a crearne di nuove. Per questo è stato scelto come “Leader by Emotion” che fa crescere la passione in chiunque si avvicini al suo mondo. Poi c’è  Camilla Lunelli, Leader by Networking, per la capacità di ascoltare pareri diversi e di comunicare sempre in modo autentico e sincero. Camilla Lunelli ha trascorso tre anni in Niger e in Uganda lavorando su progetti umanitari, poi è tornata in Italia per dirigere l’azienda di famiglia a capo delle Relazioni Esterne della Cantine Ferrari, tra le prime dieci case di Metodo Classico del mondo. “Vignaiola dell’anno 2021” per il Corriere della Sera, nel Consiglio Direttivo di Save the Children Italia: una intensa attività di relazione che fa di Camilla Lunelli la nostra “Leader by Networking”, che sa ascoltare e comunicare in maniera sincera a tutti i livelli. E ancora Alberto Galassi, Leader by Attitude, per il suo spirito indomito e l’innata attitudine nel saper trasmettere conoscenza e valori. Alberto Galassi è un avvocato specializzato in diritto internazionale con la passione per le grandi imprese e per il Made in Italy.

Prima di diventare Amministratore Delegato del Gruppo Ferretti, leader mondiale nella progettazione, costruzione e vendita di imbarcazioni di lusso, è stato Presidente di Piaggio Aero Industries. È stato ed è attualmente anche l’unico consigliere Italiano nel board del Manchester City. Per la sua capacità di visione, il suo spirito indomito e la sua attitudine, caratterizzata da un pizzico di sana sconsideratezza, è il “Leader by Attitude” voluto da Land Rover, che riesce a trasmettere conoscenza e valori a tutti quelli che lo incontrano. A seguire Michele Pontecorvo, Leader by Determination, per la capacità di affrontare e superare ogni sfida senza mai compromettere i suoi valori etici. Michele Pontecorvo Ricciardi è il Vicepresidente di Ferrarelle SpA, azienda 100% Made in Italy tra i leader di mercato, che opera nell’imbottigliamento e distribuzione di acque minerali a livello nazionale e internazionale, strettamente legata all’eccellenza del marchio Ferrarelle, l’effervescente naturale sinonimo di qualità dal 1893. Presidente Fai Campania e membro del CdA della casa editrice “La Nave di Teseo”, è anche fortemente impegnato sul fronte della sostenibilità ambientale e sociale. La sua azienda, infatti, è la prima e ancora unica azienda italiana del settore alimentare ad aver costruito un impianto apposito per il riciclo del Pet, contribuendo alla creazione di un “mondo a impatto -1”. La tenacia e l’inventiva con cui Michele Pontecorvo armonizza strategie di sviluppo e responsabilità sociale fa di lui il nostro “Leader by Determination”, che affronta e supera ogni sfida senza mai compromettere i suoi valori etici. Ed infine Stefano Seletti, Leader by Vision, per la capacità di riuscire ad ispirare le persone attraverso la sua vision e prepararsi al cambiamento con integrità. Un nome, un’azienda (Seletti, appunto) che, partita dalle tazze di latta vendute nei mercati rionali, lavorando con artisti come Pierpaolo Ferrari e Maurizio Cattelan è arrivata agli scaffali del MoMA Design Store di New York.  Il brand Seletti significa oggi centinaia di negozi, fiere in tutto il mondo e un laboratorio creativo interno che realizza prodotti con una forte connotazione artistica. Proprio per questo è stato chiesto a Stefano Seletti di essere il “Leader by Vision” e di ispirare le persone che ascolteranno la sua vision a prepararsi al cambiamento con integrità.

Nella foto: Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino e Marco Santucci, CEO Jaguar Land Rover Italia
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli