Usa: i tassi ipotecari ai massimi degli ultimi 14 anni

- di: Redazione
 
I tassi ipotecari negli Stati Uniti continuano a salire, raggiungendo i livelli più alti in quasi 14 anni e spingendo ancora più aspiranti acquirenti fuori dal mercato.
Secondo la società Freddie Mac (acquirente di mutui), il tasso a 30 anni è balzato al 5,89% dal 5,66% della scorsa settimana. Si tratta del più alto tasso a lungo termine dal novembre del 2008, subito dopo che il crollo del mercato immobiliare innescò la grande recessione. Un anno fa il tasso era del 2,88%.

Usa: i tassi ipotecari ai massimi degli ultimi 14 anni

I tassi sui mutui, scesi ad alcuni dei livelli più bassi mai registrati durante la pandemia di coronavirus , sono tornati a salire da quando la Federal Reserve ha annunciato a marzo che stava per alzare il suo tasso di interesse a breve termine di riferimento.
Il tasso medio sui mutui a tasso fisso a 15 anni, popolare tra coloro che cercano di rifinanziare le proprie case, è salito al 5,16% dal 4,98% della scorsa settimana. Questa è la prima volta che il tasso a 15 anni è stato superiore al 5% dal 2009, quando il mercato immobiliare è andato in crisi per anni. Secondo un analista, l' aumento dei tassi ipotecari significa che i tipici acquirenti di case pagheranno fino a 600 dollari in più al mese per un mutuo convenzionale di 30 anni.

L'aumento dei tassi di interesse, in parte dovuto alla spinta aggressiva della Fed per contenere l'inflazione , ha raffreddato un mercato immobiliare in forte crescita da anni. Oggi molti potenziali acquirenti di case vengono espulsi dal mercato poiché i tassi più elevati hanno aggiunto centinaia di dollari alle rate mensili dei mutui.
Un altro dato significativo, riferito dall'Associazione nazionale degli agenti immobiliari, è che, negli Stati Uniti, le vendite di case esistenti (quindi appena edificate e messe sul mercato) sono diminuite per sei mesi consecutivi.

Questo fenomeno viene spiegato con il fatto che il costo più elevato della proprietà della casa ha chiaramente eroso l'accessibilità, poiché le spese mensili dei mutui aggiustate per l'inflazione sono ora persino più elevate di quanto non fossero in occasione del picco del 2006. I prezzi delle case hanno continuato a salire e sono stati quasi il 16% in più a luglio rispetto a un anno fa. Ma ora i prezzi stanno diminuendo, scendendo dello 0,3% a luglio rispetto al mese precedente.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli