Usa: torna a salire il numero numero dei disoccupati

- di: Redazione
 
Negli Stati Uniti il numero di persone che, la scorsa settimana, hanno presentato domanda per ottenere sussidi di disoccupazione è aumentato dopo più di cinque mesi, anche se i licenziamenti rimangono storicamente bassi poiché il mercato del lavoro non pare influenzato dagli aumenti dei tassi di interesse della Federal Reserve. Secondo quanto reso noto dal Ministero del lavoro, le richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, nella settimana terminata il 4 marzo, sono aumentate di 21.000, a 211.000 , rispetto alle 190.000 della settimana precedente. Si tratta della prima volta in otto settimane che le richieste superano le 200.000.
Le domande di indennità di disoccupazione sono considerate una ''anticamera'' per i licenziamenti.

Usa: torna a salire il numero numero dei disoccupati

Il mese scorso la Fed ha alzato il suo tasso di prestito principale di 25 punti base, l'ottavo aumento consecutivo del tasso nella sua battaglia durata un anno contro l'inflazione ostinata. Il tasso di riferimento della banca centrale è ora compreso tra il 4,5% e il 4,75%, il livello più alto degli ultimi 15 anni e alcuni analisti prevedono tre o più aumenti che spingerebbero l'estremità inferiore di tale tasso al 5,5%.
Il mese scorso, il governo ha riferito che i datori di lavoro hanno aggiunto 517.000 posti di lavoro, meglio di quanto previsto a gennaio, e che il tasso di disoccupazione è sceso al 3,4%, il livello più basso dal 1969. Gli analisti si aspettano che il rapporto sull'occupazione di domani mostri che l'economia statunitense ha aggiunto altri 208.000 posti di lavoro in Febbraio.

Secondo le analisi della Federal Reserve, il tasso di disoccupazione salirà al 4,6% entro la fine di quest'anno, un aumento considerevole storicamente associato alle recessioni.
Sebbene il mercato del lavoro statunitense rimanga forte, i licenziamenti sono aumentati nel settore tecnologico, dove molte aziende hanno assunto troppo dopo un boom pandemico. IBM, Microsoft, Amazon , Salesforce, il genitore di Facebook Meta, Twitter e DoorDash hanno tutti annunciato licenziamenti negli ultimi mesi. Anche il settore immobiliare è stato colpito dagli aumenti dei tassi di interesse della Fed.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli