Semiconduttori: Micron aprirà uno stabilimento da 100 miliardi di dollari nello Stato di New York

- di: Redazione
 
Micron, uno dei più grandi produttori mondiali di microchip, aprirà un impianto di semiconduttori nello Stato americano di New York, con un investimento che, nel lungo periodo, sarà di cento miliardi di dollari e creerà fino a cinquantamila 50.000 posti di lavoro. Com'è ormai consuetudine, a fare cadere la scelta della società di localizzare lo stabilimento in questo caso nell'area di Syracuse sono stati gli incentivi (federali, statali e locali), compresi i 5,5 miliardi di dollari di crediti d'imposta statali in 20 anni.

Semiconduttori: Micron aprirà uno stabilimento da 100 miliardi di dollari

L'annuncio del Ceo di Micron, Sanjay Mehrotra, arriva a distanza di qualche mese dalla ratifica, da parte del Congresso, del Chips and Science Act da 280 miliardi di dollari, che ha stanziato 52 miliardi di dollari per sostenere l'industria dei semiconduttori. "Un investimento di questa portata negli Stati Uniti semplicemente non è possibile senza un significativo sostegno del governo e della comunità", ha affermato Mehrotra durante l'annuncio.

Oltre ai crediti d'imposta legati agli investimenti e alla creazione di posti di lavoro, lo Stato di New York ha impegnato 200 milioni di dollari per il miglioramento delle strade e delle infrastrutture dove l'impianto è in costruzione nella periferia di Clay e 100 milioni di dollari per un fondo "beneficio della comunità". Lo Stato esaminerà anche la fornitura di energia a basso costo.
La società prevede di investire fino a 100 miliardi di dollari nei prossimi 20 e più anni per costruire il progetto, con il primo investimento di 20 miliardi di dollari previsto entro la fine del decennio. L'accordo dovrebbe anche portare più di 9.000 posti di lavoro a Micron e i manager ritengono che potrebbe anche portare quasi 40.000 altri posti di lavoro ausiliari nell'area, dai fornitori agli appaltatori.
Micron, con sede a Boise, in Idaho, ha diversi impianti di produzione di chip in tutto il mondo, tra cui Singapore e Taiwan. La società ha annunciato a settembre che avrebbe investito 15 miliardi di dollari entro la fine del decennio in un nuovo impianto di semiconduttori a Boise, che secondo il produttore di chip creerà 17.000 posti di lavoro americani.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli