Usa: dal Congresso 900 miliardi di dollari a sostegno dell'economia

- di: Brian Green
 
Il Congresso americano ha raggiunto ieri un accordo, tra democratici e repubblicani, per un nuovo piano a sostegno dell'economia, di cui si discuteva da mesi. L'annuncio è stato dato dal che leader repubblicano del Senato, Mitch McConnell.
Il piano d'emergenza ("Possiamo finalmente dire ciò che la nostra nazione ha bisogno di sentire da molto tempo", ha detto McConnel) ammonterà a quasi 900 miliardi di dollari e ora tocca ai quattro leader di Camera e Senato di repubblicani e democratici limare il testo per evitare gli ostacoli dell'ultimo minuto.


Il piano includerà un assegno di 600 dollari per adulto e per bambino per le famiglie più vulnerabili, 25 miliardi in assistenza abitativa per evitare sfratti e quasi 100 miliardi per aiutare le scuole e gli asili nido a riaprire, hanno spiegato il capo dei democratici alla Camera, Nancy Pelosi, e quello della minoranza democratica al Senato, Chuck Schumer, in una dichiarazione congiunta.
Il voto dovrebbe avvenire nella giornata di oggi.
Il Congresso ha anche deciso di prorogare di 24 ore la legge a breve termine che consente il finanziamento delle amministrazioni federali, misura destinata ad evitare la paralisi del governo mentre si deve votare il budget 2021.

L'accordo è rimasto fermo per mesi e i due partiti si sono scambiati accuse di averne ostacolato i negoziati. Uno dei punti più controversi era il ruolo della Federal Reserve a sostegno della più grande economia mondiale, devastata dalla pandemia COVID-19 e secondo il Wall Street Journal, l'accordo manterrebbe la capacità della Fed di implementare programmi di prestito di emergenza senza l'approvazione del Congresso.

Il senatore repubblicano Mitt Romney, in merito all'accordo, ha detto che "aiutare le piccole imprese è essenziale".
Il nuovo piano dovrebbe includere anche misure per la distribuzione e la logistica dei vaccini contro il coronavirus, nonché ulteriori indennità di disoccupazione di 300 dollari a settimana.
Per mesi, gli economisti hanno esortato il Congresso ad approvare nuove misure di aiuto poiché la ripresa economica ha rallentato in autunno. Peggio ancora, la recrudescenza della pandemia ha fatto aumentare le nuove richieste di disoccupazione nelle ultime due settimane. Da quando è stato eletto presidente, lo stesso Joe Biden non ha smesso di chiedere una votazione. Sabato sera, il presidente repubblicano Donald Trump si è unito a lui: "Perché il Congresso non offre al nostro popolo un pacchetto di stimoli? Fallo e dai loro più soldi in pagamenti diretti", ha twittato.
Secondo la Fed, il tasso di disoccupazione salirà al 6,7% quest'anno e al 5% il prossimo, lontano dal 3,5% registrato a febbraio.
  • Nessun record presente in archivio
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli