Piano strategico 2022-2024: Enel anticipa i target Net Zero di un decennio

- di: Daniele Minuti
 
Enel punta con forza sugli investimenti e sull'anticipare il target Net Zero al 2040: è questa la linea dettata dal Piano strategico 2022-2024 che, ponendosi in linea con il Piano di lungo periodo 2030, mostra un importante focus sull'elettrificazione dei consumi e sulla creazione di valore in modo da raggiungere gli obiettivi di sostenibilità un decennio prima del previsto.

Piano strategico 2022-2024: Enel anticipa i target Net Zero al 2040

Gruppo Enel prevede di mobilitare investimenti per 210 miliardi di euro entro il 2030, (170 miliardi di euro investiti direttamente attraverso i modelli di business di Ownership e di Stewardship, il resto catalizzati attraverso terzi). Questa allocazione accelererà quindi il raggiungimento di obiettivi di elettrificazione e decarbonizzazione del Gruppo: "Entro il 2030" - si legge nel comunicato - "Enel prevede di raggiungere una capacità rinnovabile complessiva di circa 154 GW, triplicando il suo portafoglio al 2020, nonché di aumentare la base clienti della rete di 12 milioni e di promuovere l’elettrificazione dei consumi energetici, aumentando di quasi il 30% i volumi di elettricità venduta e concentrandosi al contempo sullo sviluppo di servizi “beyond commodity”, quali la mobilità elettrica pubblica o behind-the-meter storage, in collaborazione con partner".

Per il periodo 2022-24, si punta a investire 45 miliardi di euro (+12% rispetto al piano precedenti) con ulteriori 8 miliardi provenienti da terzi nel quadro di modello di business di Stewardship, mentre ci sono previsioni di 43 miliardi da investire tramite modello di business di Ownership con un allineamento del 4% agli obiettivi di sviluppo sostenibile dettati dall'ONU e un allineamento di oltre l’85% ai criteri di Tassonomia UE.19 miliardi di euro destinati alle Rinnovabili e 18 miliardi di euro destinati al business di Infrastrutture e Reti.

L'obiettivo è quello, al fine di accrescere la strategia di focalizzazione sul cliente grazie l'uso di piattaforme, di creare la business line Global Customers che sarà responsabile della definizione della strategia commerciale oltre che dell'allocazione del capitale verso le esigenze dei clienti. Le previsioni di valore creato porteranno a un calo del 40% della spesa energetica degli utenti e a una riduzione dell'80% della loro carbon footprint entro il 2030.

L'impegno Net Zero quindi è anticipato al 2040 dalla prima stima del 2050: si punta quindi a eliminare emissioni dirette ed indirette senza misure di offsetting come tecnologie di rimozione dell'anidride carbonica o soluzioni nature-based: la generazione a carbone sarà abbandonata entro il 2027, quella a gas entro il 2040 sostituendo il portafoglio termoelettrico con nuova capacità rinnovabile e uso dell'ibridazione delle rinnovabili con soluzioni di accumulo. 

Francesco StaraceAmministratore delegato di Enel (nella foto), ha commentato: "Questo piano è un punto di svolta: la sua attuazione ci consente di avanzare dal precedente Decennio della Scoperta dell’Energia Rinnovabile all’attuale Decennio dell’Elettrificazione. Stiamo accelerando la crescita in tutte le aree di business, creando valore per i nostri clienti, che sono al centro della Strategia del Gruppo, valore che si traduce nella prevista riduzione della loro spesa energetica, aumentando al contempo la loro domanda di elettricità entro il 2030. Inoltre, stiamo anticipando di dieci anni l’obiettivo della completa decarbonizzazione del Gruppo, con il raggiungimento del Net Zero entro il 2040. Continueremo a crescere nelle rinnovabili valorizzando quello che è già oggi il più grande portafoglio privato di asset rinnovabili al mondo. Il business di Infrastrutture e Reti e la nuova business line Global Customers ci consentiranno di cogliere le incredibili opportunità offerte dall’elettrificazione".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie