Turismo, Demoskopika: "In estate arrivi in crescita dell'11,9%"

- di: Jean Aroche
 
I prossimi mesi saranno decisivi per l'intero comparto turistico italiano e dopo la drammatica estate del 2020, ci si attende una stagione di crescita nell'anno in corso come evidenziato da un'indagine condotta da Demoskopika in collaborazione con il Corso di laurea in Economia e Management del Dipartimento di diritto, economia, management e metodi quantitativi dell’Università del Sannio.

Secondo il report, il 53,4% degli italiani ha scelto di andare in vacanza nei prossimi mesi anche se ad aver prenotato è solo il 4,1%, mentre il 46,6% ha deciso di non partire (l'8,2% per motivi economici). Ma a portare ottimismo sono le previsioni per l'estate, in cui si prevedono 39 milioni di arrivi fra turisti locali e stranieri, che genereranno quasi 166 milioni di presenze con un incrementodell'11,9% e del 16,% rispetto ai due dati dell'anno precedente.

A commentare i dati è stato il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio: "Il turismo italiano è in fase di graduale ripresa e le stime sono prudenziali perché abbiamo captato i segnali di un incremento dei flussi, il piano vaccinazione e il green pass saranno un incentivo nel processo di ripresa ma ora più che mai serve un piano di rilancio del turismo italiano che alimenti la ripresa, incentivi la domanda interna ed estera, giocando d'anticipo. Tutti passi che serviranno per il biennio 2022-2023, senza però dimenticare che la pandemia ha modificato comportamenti di consumo turistico"



Nell'indagine si nota che l'86,8% degli italiani pronti per andare in vacanza lo farà rimanendo nella penisola, col restante 13,2% diretto all'estero. L'11,1% dell'ultimo gruppo pensa a una meta in Europa mentre il 2,1% deciderà per uno spostamento oltre il continente: si nota una crescita della propensione a viaggiare all'estero rispetto all'anno scorso del 7,8%.

Le mete 5 mete preferite dal punto di vista regionale: si parte dalla Puglia che stima 1,9 milioni di arrivi (+13,6% rispetto all'anno scorso) e 10,6 milioni di presenze (+33,9%); seguita dalla Toscana con 4,1 milioni di arrivi previsti (+13,4%) e 19,1 milioni di presenze (+23,3%); al terzo posto la Sicilia con 1,7 milioni di arrivi (+13,2%) e 6,5 milioni di presenze (+23,6%); quarta l'Emilia-Romagna con 4,5 milioni di arrivi (+12,9%) e 23,1 milioni di presenze (+26,3%); chiude il quintetto la Sardegna con 1,5 milioni di arrivi (+12,8%) e 8,2 milioni di presenze (+20,0%).

Il report completo è consultabile qui.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli