Covid-19: Cina, test di massa per i 14 milioni di abitanti di Tianjin

- di: Redazione
 
La Cina prosegue con la strategia "Zero Covid": nella città di Tianjin, a meno di quattro settimane dall'inizio ufficiale dei Giochi olimpici invernali nella vicina Pechino, è cominciato un test di massa per i suoi quattordici milioni di abitanti, dopo che un gruppo di 20 bambini e adulti sono risultati positivi al Covid-19, di cui almeno due con la variante Omicron.

Cina, test di massa per i 14 milioni di abitanti di Tianjin

I funzionari della Sanità cinese hanno affermato che il virus sta circolando e che, quindi, il numero di casi potrebbe aumentare. La decisione dello screening di massa è stata adottata nell'ambito della rigorosa strategia di ''tolleranza zero'' adottata da Pechino in vista delle Olimpiadi, che apriranno il 4 febbraio. La capitale cinese si trova a 115 chilometri a nord-ovest di Tianjin e decine di migliaia di persone viaggiano regolarmente avanti e indietro in auto o utilizzando il collegamento ferroviario ad alta velocità che impiega meno di un'ora a unire le due città.

Milioni di persone sono confinate nelle loro case a Xi'an e Yuzhou, due città che sono più lontane, ma hanno focolai più grandi causati dalla variante Delta. L'epidemia a Yuzhou sta colpendo anche Zhengzhou, il capoluogo della provincia dell'Henan a 70 chilometri a nord. Anche a Zhengzhou si stanno conducendo test di massa, mentre le scuole sono state chiuse.

I primi due casi confermati a Tianjin erano una ragazza di 10 anni e una donna di 29 anni, che lavorava in un centro di doposcuola. Entrambe sono state infettate dalla variante Omicron. Nei successivi test sui contatti stretti, altri 18 sono risultati positivi e 767 sono risultati negativi a partire da sabato sera.

La maggior parte dei contagiati sono giovanissimi (dagli otto ai tredici anni). I test in tutta la città di Tianjin - dove la municipalità ha disposto pure la chiusura di due linee della metropolitana per contenere l'ulteriore diffusione del contagio - devono essere completati in due giorni. La Cina aveva segnalato in precedenza circa una dozzina di casi di Omicron, la maggior parte tra persone arrivate dall'estero.
Il Magazine
Italia Informa n° 6 - Novembre/Dicembre 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie