Coldiretti: "A giugno registrato un +67% di partenze"

- di: Daniele Minuti
 
Giugno sta per concludersi e i dati per quanto riguarda le partenze degli italiani in questo periodo sembra essere in forte crescita su base annuale: la ricerca di Coldiretti/Ixé ha infatti certificato un aumento del 67% rispetto allo stesso mese del 2021.

L'ultima analisi Coldiretti/Ixé certifica un aumento significativo delle partenze per le vacanze a giugno

Il report spiega che questo dato è da attribuirsi alla voglia di svago degli italiani a due anni dallo scoppio della pandemia, oltre che alla necessità di sfuggire al grande caldo, spostandosi verso località di mare, laghi o di campagna per allontanarsi dall'afa delle città.

L'aumento dei costi provocato da guerra e crisi energetica pesa sulle tasche dei viaggiatori ma il mese di giugno è stato apprezzato da chi ama la tranquillità e vuole allontanarsi dalle forme e risparmiare, con la previsione che i listini impennino a luglio e nella prima metà di agosto.
E se in piena estate, il mare è la meta più frequentata, in questo periodo ci si sposta più volentieri in campagna, verso la montagna o nei piccoli borghi alla ricerca di percorsi enogastronomici e made in Italy.

La nota di Coldiretti si conclude così: "Molto gettonati secondo Campagna Amica i 25mila agriturismi presenti in Italia che consentono di vivere in questo periodo i cicli stagionali delle produzioni, dalla raccolta del grano a quella della frutta. Se la cucina a chilometri zero resta la qualità più apprezzata, a far scegliere l’agriturismo è la spinta verso un turismo più sostenibile che ha portato le strutture ad incrementare anche l’offerta di attività con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, oltre ad attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici o wellness".
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli