Cina: immobiliare, trema anche Country Garden

- di: Redazione
 
Un nuovo terremoto rischia di abbattersi sul settore immobiliare cinese, dopo quello di China Evergrande. Lo sviluppatore Country Garden Holdings ha infatti reso noto di prevedere di non essere in grado di effettuare tutti i suoi rimborsi offshore, compresi quelli emessi in banconote in dollari statunitensi.

Cina: immobiliare, trema anche Country Garden

Oggi la società non è riuscita a ripagare il debito di 470 milioni di dollari di Hong Kong (60 milioni di dollari). Country Garden ha avvertito che ciò potrebbe portare i creditori a richiedere rimborsi più rapidi del debito o a perseguire azioni esecutive. Le azioni della società sono scese dell′1,19%, rispetto al più ampio Hang Seng indice che è aumentato di circa il 2%.

All’inizio di settembre, la società è riuscita ad evitare, all'ultimo istante, il default dopo essere riuscita a pagare 22,5 milioni di dollari per cedole obbligazionarie e i suoi creditori hanno votato per estendere di tre anni i rimborsi di sei obbligazioni onshore.
Country Garden ha inoltre registrato vendite contrattualizzate per 6,17 miliardi di yuan (846 milioni di dollari) nel mese di settembre. Mese che è stato il sesto consecutivo di calo, con un - 80,7% rispetto a un anno fa.
La società prevede incertezza nella sua posizione di liquidità e nelle vendite di asset nel breve e medio termine in un contesto di mancanza di miglioramenti materiali a livello di settore nelle vendite immobiliari.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli