Camicia On Demand: la sartoria a domicilio per tutti i professionisti

- di: Redazione
 
N Negli ultimi anni sempre più persone, organizzazioni e aziende prediligono forme di noleggio di beni e servizi rispetto all’acquisto: un trend che ha investito anche il settore della moda. Un antidoto al “fast fashion” la tendenza a produrre abiti di bassa qualità a prezzi super ridotti al fine di lanciare continuamente nuove collezioni, in tempi brevissimi. Un incentivo al consumismo che sta compromettendo gravemente la salute del nostro pianeta, con la produzione eccessiva di indumenti a basso prezzo “usa e getta”. Come riporta El País, infatti, negli ultimi 15 anni la durata dei capi di abbigliamento è diminuita del 36% e oggi i vestiti hanno una vita media inferiore ai 160 utilizzi.

Secondo il The Guardian, se nei prossimi anni non ci sarà un cambio di passo, di qui al 2050 l’industria del tessile causerà un aumento della temperatura di ben 2° C. In un contesto storico dove la sostenibilità e l’impatto ambientale ricoprono un ruolo centrale per il successo di un’attività imprenditoriale, il “fashion renting”, ovvero il noleggio di abiti e accessori di moda, rappresenta una soluzione in linea con queste esigenze e con il mercato. Secondo Allied Market Research, tra quattro anni il mercato mondiale del fashion renting online toccherà la cifra di 1,9 miliardi di dollari, avendo registrato una crescita media annua (Cagr) del 10,6% tra il 2017 e il 2023, con gli Usa ad assorbire il 40% del valore.Secondo un’altra fonte, GlobalData, che fotografa anche il mercato offline, il valore sarebbe più alto: nei soli Stati Uniti il valore toccherebbe oggi gli 1,9 miliardi di dollari e nel 2028 arriverebbe a quota 6 miliardi. Un mercato che vede protagoniste le startup, tra cui nuove realtà imprenditoriali come CamiciaOnDemand (COD), startup del settore fashion & lifestyle che ha concluso a fine 2020 il percorso di LUISS EnLabs, il Programma di Accelerazione di LVenture Group.

Eliminare lo stress e le perdite di tempo nella gestione del capo di abbigliamento per eccellenza dei professionisti, la camicia, rendendola facile: è l’idea alla base del progetto imprenditoriale di COD. Sono diverse, infatti, le problematiche che ruotano attorno all’uso quotidiano della camicia: lavaggio, stiratura, durata del capo, necessità di acquisti plurimi. Dall’analisi di queste problematiche e del trend di mercato emergente nasce dunque il primo servizio online di noleggio camicie sartoriali a lungo termine, che include il lavaggio, la stiratura e la consegna a domicilio settimanale. Accedendo alla piattaforma web della startup è infatti possibile scegliere diverse tipologie di abbonamento per il noleggio a lungo termine di 11 camicie ad uso esclusivo che ruoteranno nell’arco di due settimane. Dall’attivazione del servizio la consegna del primo stock di camicie avviene entro 2/3 giorni: gli incaricati COD, tutte le settimane, si occupano di recapitare le camicie lavate, sanificate e finemente stirate e, contestualmente, ritireranno le camicie usate dal cliente in settimana. “CamiciaOnDemand si rivolge a tutti quei professionisti che ogni giorno utilizzano una camicia e vogliono evitare lo stress e il tempo perso per gestire tutte le attività che ruotano attorno a questo capo di abbigliamento.Basta registrarsi sul nostro sito, creare on line la propria camicia e sottoscrivere l’abbonamento, noi ci preoccuperemo di produrle, di confezionarle su misura e di spedirle a casa con un packaging personalizzato”, spiega Alessandro Ghezzi, CEO di CamiciaOnDemand (nella foto).

Il servizio di CamiciaOnDemand è oggi utilizzato da corporate come Aon, PwC, Ranstad e Sky. Una crescita in linea con quella del relativo specifico segmento di mercato, quello del noleggio di abiti (clothing rental), che nel 2019 ha toccato la cifra di 1,3 miliardi di dollari e si stima possa superare i 2 miliardi di dollari entro il 2025, con tasso di crescita annua di quasi il 10%. “Il nostro servizio è sempre più richiesto, anche in questo periodo fortemente condizionato dalla pandemia. Poter indossare una camicia pulita senza doversi preoccupare del lavaggio, della stiratura e di uscire di casa e sicuramente il miglior modo per essere sempre eleganti, senza rischiare nulla”, spiega Alessandro Ghezzi. Una soluzione per semplificare la quotidianità dei professionisti con un’attenzione al contenimento dei costi e anche all’impatto ambientale: “CamiciaOnDemand è inoltre una soluzione che consente di contenere i costi e va nella direzione della sostenibilità. Grazie al nostro servizio si possono risparmiare infatti fino a 1.100 euro e fino a 54 ore all’anno di tempo. Inoltre, ogni 20 clienti che usano il servizio permettono di evitare il rilascio nell’ambiente di circa 240kg di Co2”, conclude Alessandro Ghezzi
Il Magazine
Italia Informa - N°1 Gennaio-Febbraio 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie