Borsa: i mercati asiatici in recupero

- di: Redazione
 
Le Borse asiatiche hanno registrato oggi guadagni moderati dopo che Wall Street si è stabilizzata, a seguito di una svendita di titoli tecnologici registrata mercoledì. Il Nikkei 225 di Tokyo è salito dell'1% a 26.642,88 dopo che la Banca del Giappone ha mantenuto la sua politica verso un tasso di interesse vicino allo zero nonostante un forte indebolimento dello yen rispetto al dollaro e l'aumento dei costi per molte materie prime importate.

Borsa: risalgono i mercati in Asia

Il dollaro è salito a 129,70 yen dopo l'annuncio della politica della Banca di volere mantenere le condizioni di prestito estremamente basse per aiutare a sostenere l'economia. I benchmark cinesi si sono ripresi da forti cali, dopo le dichiarazioni della autorità di volere continuare negli sforzi per contrastare l'impatto delle chiusure a causa della pandemia in molte città. L'indice Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,6% a 2.975,28 e l'Hang Seng di Hong Kong è balzato dell'1,4% a 20.218,39.

Le autorità cinesi, questa settimana, hanno condotto dei test di massa a Pechino per decidere quale livello di controlli imporre nella capitale. Il Kospi di Seul ha guadagnato lo 0,5% a 2.953,09. L'S&P/ASX 200 australiano è salito dell'1% a 7.333,50. Wall Street ha chiuso ieri le contrattazioni con un finale poco brillante, in attesa dei rapporti sugli utili delle principali società statunitensi, attesi per questa settimana.

L'S&P 500 ha chiuso con un guadagno di appena lo 0,2%, a 4.183,96. Anche il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato lo 0,2%, a 33.301,93. Il Nasdaq è stato appena cambiato a 12.488,93, mentre il Russell 2000 è sceso dello 0,3% a 1.884,04.
Tra i titoli più importanti il gigante del software Microsoft è aumentato del 4,8% dopo aver registrato forti profitti per il suo ultimo trimestre. Visa è balzato del 6,5% dopo aver registrato un aumento dei profitti alimentato da un grande aumento della spesa. Alphabet, la società madre di Google, è scesa del 3,7%, dopo aver registrato la crescita dei ricavi trimestrale più lenta dal 2020. La società madre di Facebook, Meta Platforms, è balzata del 14,6% negli scambi after-hour dopo i suoi ultimi guadagni trimestrali, che hanno superato le stime di Wall Street.

I prezzi del gas naturale sono aumentati fino al 24% nell'ultimo giorno in Europa e l'euro si è indebolito dopo che la Russia ha dichiarato che avrebbe interrotto le forniture a Polonia e Bulgaria. I prezzi del gas naturale e del petrolio stavano già aumentando quando la pandemia si è attenuata e la domanda è aumentata, ma l'invasione russa dell'Ucraina ha contribuito all'aumento dei prezzi. I prezzi del greggio e del gas naturale sono aumentati nel 2022, facendo aumentare i costi della benzina e del riscaldamento.

Oggi i prezzi del petrolio sono scesi. Il greggio di riferimento statunitense ha perso 1,27 dollari, a 100,75 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Il greggio Brent, lo standard per il prezzo del petrolio internazionale, ha perso 1,41 dollari, a 103,54 dollari al barile.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli