Banche: il gigante cinese ICBC sotto attacco informatico

- di: Redazione
 
La divisione statunitense dei servizi finanziari della banca cinese ICBC (Industrial and Commercial Bank of China), il più grande istituto di credito al mondo per asset, è stata colpita da un attacco informatico che ha interrotto la negoziazione dei titoli del Tesoro americano. La banca ha reso noto che il suo ramo di servizi finanziari, chiamato ICBC Financial Services, ha subito un attacco ransomware che ha provocato l’interruzione di alcuni sistemi.
Immediatamente dopo aver scoperto l’hacking, l’ICBC ''ha isolato i sistemi interessati per contenere l’incidente''.

Banche: il gigante cinese ICBC sotto attacco informatico

L’ICBC non ha rivelato chi si nascondesse dietro l’attacco, ma ha affermato che ''sta conducendo un’indagine approfondita e sta portando avanti i suoi sforzi di recupero con il supporto del suo team professionale di esperti di sicurezza informatica''.La banca cinese ha anche affermato che sta collaborando con le forze dell’ordine.
Anche se ICBC ha dichiarato di aver ''risolto con successo'' le operazioni del Tesoro americano eseguite mercoledì e quelle di finanziamento repo effettuate ieri, diversi media hanno riferito che si è verificata un’interruzione delle operazioni del Tesoro statunitense.

Il Financial Times , citando trader e banche, ha affermato oggi che l’attacco ransomware ha impedito alla divisione ICBC di regolare le operazioni del Tesoro per conto di altri partecipanti al mercato. In una dichiarazione alla Cnbc, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha affermato: ''Siamo consapevoli del problema della sicurezza informatica e siamo in contatto regolare con i principali partecipanti al settore finanziario, oltre ai regolatori federali. Continuiamo a monitorare la situazione''.

Wang Wenbin, portavoce del Ministero degli Affari Esteri cinese, ha detto oggi, lo riporta Reuters, che che l’ICBC sta cercando di ridurre al minimo l’impatto e le perdite dopo l’attacco.
Nel mondo della sicurezza informatica, scoprire chi si nasconde dietro un attacco informatico è spesso molto difficile a causa delle tecniche utilizzate dagli hacker per mascherare la propria posizione e identità.
Ma ci sono indizi sul tipo di software utilizzato per effettuare l’attacco. Secondo un esperto, il ransomware utilizzato si chiama LockBit 3.0, in grado di penetrare una organizzazione in molti modi. Come ad esempio cliccare su una mail. Una volta nel sistema il può estrarre informazioni sensibili su un’azienda.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli