ASPI e Coldiretti: accordo per la sostenibilità dei trasporti e la creazione di comunità energetiche

- di: Daniele Minuti
 
Autostrade per l’Italia e la Confederazione Nazionale Coldiretti hanno ufficialmente firmato il primo accordo di partnership logistica per il comparto agroalimentare, in occasione del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione: a siglare l'intesa sono stati Roberto Tomasi, Amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia e Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti.

Sostenibilità dei trasporti: accordo ASPI-Coldiretti

L'iniziativa mira a sviluppare congiuntamente iniziative per rafforzare l'infrastruttura logistica strumentale e funzionale della filiera, promovendo contestualmente modelli per rendere più efficienti e sostenibili i processi di trasporto merci.

Questo accordo si concretizzerà in programmi che vadano a incrementare la produzione e l'uso di energia rinnovabile, sfruttando terreni nelle vicinanze delle autostrade, sviluppando impianti agro-fotovoltaici che possano coesistere con l'attività agricola o realizzando impianti adiacenti alle aziende associate Coldiretti, risparmiando così sugli oneri di trasporto e di sistema.

Inoltre, ASPI e Coldiretti studieranno soluzioni integrate per le filiere che puntano a produrre carburanti verdi e biometano (assieme ad altri partner) definendo programmi per costituire Comunità Energetiche Rinnovabili con società agricole adiacenti alle infrastrutture autostradali.

Roberto Tomasi, Amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia, ha commentato: "L’autostrada è e rimarrà nel futuro, l’infrastruttura protagonista dello sviluppo economico del nostro paese. Soluzione imprescindibile per la mobilità e il trasporto delle merci, è da qui che bisogna partire. Stiamo investendo per lo sviluppo di un’autostrada sempre più green, digitale e sostenibile. Questo accordo costituisce un altro importante passo in avanti nel percorso avviato da Aspi nell’ottica della sostenibilità: un progetto ambizioso ma inderogabile, che porteremo a termine attivando sinergie con le eccellenze del nostro paese. Proprio come accade oggi con Coldiretti".

Il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, ha aggiunto: "È strategica la necessità di conciliare la produzione energetica rinnovabile con il rispetto del territorio, del paesaggio e del fabbisogno alimentare della popolazione. L’agricoltura italiana è la più green d’Europa e ha la responsabilità di cogliere tutte le opportunità che vengono dall’innovazione Made in Italy per ridurre al minimo l’impatto ambientale".

Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli