Almaviva e Ogyre insieme per raccogliere rifiuti in mare in Italia e Brasile

- di: Daniele Minuti
 
All'inizio di dicembre si è chiusa la campagna di raccolta di rifiuti marini portata avanti in Italia e Brasile, sostenuta da Almaviva come partner di Ogyre con l'obiettivo di pulire il mare. La pratica del fishing for litter portata avanti dalla piattaforma prevede il recupero di plastica dal mare, con i rifiuti che vengono conservati e portati a terra. Quando sono portati in porto, i materiali sono smaltiti secondo una logica di economia circolare.

Almaviva e Ogyre insieme per raccogliere rifiuti in mare in Italia e Brasile

Un'iniziativa congiunta di due realtà che si impegnano quotidianamente nel contrastare gli effetti dell'inquinamento e quelli dei cambiamenti climatici.

Marco Tripi, Amministratore Delegato del Gruppo Almaviva, ha dichiarato: "La sfida con cui ci misuriamo oggi, come azienda, è conciliare l’innovazione tecnologica con la salvaguardia dell’ambiente, la qualità della vita delle persone, la tutela della stabilità economica. In questa direzione, oltre all’impegno nel mettere al servizio della crescita del Paese e dello sviluppo sostenibile le potenzialità offerte dall’evoluzione tecnologica, ci dedichiamo a iniziative di valore che rispondano ad obiettivi previsti dall’Agenda Onu 2030".

Antonio Augeri, co-founder di Ogyre, ha aggiunto: "La collaborazione con Almaviva nasce per dare una risposta immediata e concreta all'urgente minaccia dell'inquinamento degli oceani. Siamo entusiasti di aver trovato un partner che non solo ha a cuore l'emergenza ambientale, ma che ha saputo cogliere anche il valore sociale di Ogyre, soprattutto nelle regioni come il Brasile, dove ogni operazione di recupero non solo preserva gli ecosistemi marini, ma contribuisce anche al benessere delle comunità locali coinvolte".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli