Musei al chiaro di luna. L’arte d’estate brilla di notte

- di: Samantha De Martin
 
La magia della notte scivola sui corpi perfetti dei Bronzi di Riace e il silenzio sembra conciliare il dialogo mitico tra i due guerrieri riemersi dal mare mezzo secolo fa. Il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria è solo uno dei luoghi della bellezza che, d’estate, aprono le loro porte ai visitatori anche al chiaro di luna, regalando l’opportunità di scrutare l’arte in modo più intimo, per un insolito tête-à-tête con capolavori senza tempo. Tra mostre, visite by night, cinema e archeologia sotto le stelle, ecco quattro appuntamenti da non perdere.

Sere d’estate alla Reggia di Venaria nel segno del gioco

Dal 22 luglio al 14 agosto la Venaria Reale brilla anche di notte, tra arte, musica e danza, con le “Sere d’Estate alla Reggia” e aperture prolungate fino alle 22.30 ogni venerdì e sabato. Nell’ambito dell’iniziativa Play. Un anno tutto da giocare, filo conduttore della proposta culturale scelta dalla Reggia per il 2022, le Sere d’Estate invitano gli ospiti a visitare, in un’atmosfera insolita, gli ambienti barocchi della Reggia e i suoi giardini, intrattenuti dalle proposte a tema “gioco”. Oltre ad ammirare le mostre in corso, gustare un aperitivo presso il Caffè degli Argenti, assistere agli appuntamenti musicali e di danza contemporanea in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo, i visitatori potranno divertirsi con un nuovo gioco interattivo. Quando la sera avanza è possibile cimentarsi con il “Venaria Light Show: il Grande Gioco”, un gioco di interazione che consente - attraverso una monumentale tastiera di 4 metri - di intervenire sulla facciata della Galleria Grande, trasformandola in un suggestivo palcoscenico di luci e scenografie. Questo videogioco è la prosecuzione ideale della mostra Play - videogame arte e oltre, il percorso che indaga i videogiochi come “decima forma d’arte” illustrandone gli impatti nella società contemporanea.

Al chiaro di luna tra le vie dell’antica Ercolano

Passeggiare tra le vie illuminate nell’atmosfera magica dell’antica Herculaneum, con la luna a fare da guida, tra reperti e Tableaux Vivants. Accade nella suggestiva cornice del Parco Archeologico, protagonista anche quest’anno de “I Venerdì di Ercolano”, i percorsi notturni di visite guidate. In questo viaggio coinvolgente tra le meraviglie della città antica, protagonista di questa edizione sarà il legno, testimoniato a Ercolano da oggetti unici, grazie ai quali è possibile immergersi nella vita quotidiana dell’epoca. Un emozionante percorso si snoderà, in nove tappe, tra i reperti in legno del Parco, da quella che un tempo era l’Antica Spiaggia alla sontuosa Casa dei Cervi, passando per la Casa del Bicentenario. I visitatori potranno assistere a due cicli di proiezioni che mostrano i reperti, attualmente custoditi all’interno dei depositi del Parco, nell’interpretazione fotografica di Luciano Pedicini e Luigi Spina. E poi tutti all’appuntamento con Dedalo, il mitico inventore della falegnameria, rappresentato poeticamente attraverso i Tableaux Vivants del gruppo artistico Teatri 35. A partire dal 29 luglio saranno otto le aperture serali fino al 9 settembre. Ogni serata prevede turni dalle 20 alle ore 22.30. Prenotazioni sul sito www.ticketone.it,

Al museo dei Bronzi notti d’estate sotto le stelle 

Nell’estate in cui ricorrono i 50 anni dal ritrovamento dei suoi ospiti più illustri, il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria snocciola, fino al prossimo 10 settembre, un calendario denso di appuntamenti. Sulla romantica terrazza affacciata sullo Stretto tornano le “Notti d’Estate". Ogni giovedì e sabato il museo resterà aperto fino alle 23 (con ultimo ingresso alle 22.30). A partire dalle 20 il biglietto d’ingresso, del costo di 3 euro, permetterà di visitare gli spazi espositivi e partecipare a diversi incontri d’autore. Mostre, musica, astronomia, storia ed enogastronomia si susseguiranno in un calendario costruito in sinergia con gli enti e le associazioni del territorio. Sarà soprattutto l’occasione per visitare la mostra in corso al museo fino al 6 novembre dal titolo Oltre l’emergenza. Attività e restauri dopo l’alluvione del 2018 che espone un centinaio di reperti restaurati, mai esposti prima, recuperati grazie a un corale lavoro di squadra all’indomani dell’alluvione del 2018. A incantare i visitatori saranno oltre cento pezzi provenienti da diversi contesti archeologici della Calabria, da Cassano allo Ionio alle necropoli protostoriche di Torre Galli e Canale Ianchina, da Castellace a Locri e Reggio Calabria.

Archeologia in piazza con l’Aquileia Film Festival 

Dal museo alla piazza. Fino al 2 agosto il dialogo sull’archeologia ad Aquileia si sposta nella suggestiva Piazza Capitolo, cornice di una serie di serate tra archeologia, storia e attualità.  Inaugurata lo scorso 26 luglio la tredicesima edizione dell’Aquileia Film festival - la rassegna di cinema arte e archeologia che anima la città friulana con film, conversazioni e libri - venerdì 29 luglio accoglierà il film Il giuramento di Ciriaco di Olivier Bourgeois, interamente girato all’interno del Museo archeologico di Aleppo durante la guerra civile in Siria del 2011. La pellicola descrive per la prima volta al pubblico la corsa contro il tempo di archeologi, operai e custodi che portarono in salvo 24mila reperti del Museo di Aleppo sotto i bombardamenti, salvando un patrimonio archeologico fondamentale per la storia del Vicino Oriente. Domenica 31 luglio alle 21 il Festival organizzato dalla Fondazione Aquileia accoglierà la proiezione de La scelta di Maria, il docu-film girato ad Aquileia e prodotto da Anele che ripercorre la vicenda storica, politica e sociale del Milite Ignoto, attraverso le interpretazioni di Sonia Bergamasco nel ruolo della Madre d’Italia Maria Bergamas. Lunedì 1°agosto sbarca sul grande schermo Il cammino della Postumia. La Via Postumia - una delle più importanti e strategiche vie consolari dell’impero romano, che univa Genova con Aquileia, gettando un ponte tra le regioni della Gallia e dell’attuale Spagna con le vie commerciali dell’est. La rassegna si conclude il 2 agosto con la proiezione del pluripremiato documentario Langobardi - Alboino e Romans, un docufilm dedicato al mondo longobardo che ripercorre la storia del re Alboino. Tutte le serate, a ingresso gratuito, iniziano alle 21. Prenotazione obbligatoria sulla piattaforma Eventbrite.

Nella foto:  Sere d’estate alla Reggia di Venaria | Courtesy La Venaria Reale
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli